facebook rss

Musei gratis e mostre d’eccezione:
Pasquetta nel segno dell’arte

EVENTI - Da Bansky a Palazzo Campana a Robert Capa alla Mole Vanvitelliana, passando per l'apertura del Museo Archeologico delle Marche. Tante le opzioni per chi volesse rimanere in città e gustarsi una giornata all'insegna della cultura
lunedì 22 Aprile 2019 - Ore 10:23
Print Friendly, PDF & Email

 

Pasquetta all’insegna dell’arte e della cultura. C’è l’imbarazzo della scelta in tutta la provincia per chi volesse rimanere in città e dividersi tra quadri, pezzi di archeologia e stampe. Ad Ancona, il fiore all’occhiello è rappresentata dalla mostra ‘Retrospective’ su Robert Capa, il celebre fotoreporter delle zone di guerra. Visibili ci sono oltre 100 fotografie scattate in bianco e nero. Orario: dalle 10 alle 19. Eccezionalmente aperto anche il Museo Archeologico delle Marche. Nel giorno di Pasquetta, l’ingresso è gratuito. Orario: dalle 8.30 alle 19.30 con visite guidate dalle 11 alle 17. Sempre nel capoluogo dorico, è aperto e visitabile gratuitamente anche il Museo Tattile Statale Omero. Dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 sono previste attività gratuite, da svolgere in autonomia, pensate per famiglie con bambini di tutte le età. A Osimo, nella meravigliosa cornice di Palazzo Campana, continua la mostra sulle opere di Bansky. Orario: dalle 10 alle 22. A Senigallia, al palazzetto Baviera, i visitatori potranno fare un tuffo indietro di due secoli con la mostra fotografica ‘Piccoli tesori dell”800.  Marubbi, Naretti, Callotipi, Dagherrotipi e variazioni”. L’esposizione rappresenta, come recita il titolo, una vera e propria wunderkammer di tesori fotografici, stampe d’epoca, che svelano usi, costumi e modi di vivere della società del secondo Ottocento, senza trascurare un tocco di esotico ed etnografico.”Cavalli, Ferroni, Giacomelli. Scatti inediti dagli archivi di Senigallia” è il titolo della mostra fotografica al Palazzo del Duca. Sono esposti una serie di inediti dei tre maestri della fotografia senigalliese e internazionale, scatti mai visti prima e selezionati per l’occasione dallo stesso Plantureux dagli archivi degli eredi. Dal 22 aprile al 30 settembre 2019 presso il Chiostro della Cattedrale di S. Venanzio, a Fabriano,  verrà allestita la “Mostra di Gigantografie. Immagini di Fabriano e abbazie del territorio”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X