facebook rss

Parco del Conero, D’Alessio sarà
il presidente del nuovo direttivo

NOMINE - Manca ancora l'ufficialità ma, salvo sorprese, dovrebbe essere l'architetto anconetano l'ottavo presidente dell'ente. Prenderà il posto di Maurizio Piazzini
martedì 14 Maggio 2019 - Ore 19:07
Print Friendly, PDF & Email

L’architetto Emilio D’Alessio

 

Emilio D’Alessio si avvia verso la nomina ad ottavo presidente del parco del Conero. Manca ancora il passaggio in giunta regionale per l’ufficialità, ma il nuovo corso dell’ente sarà sotto il segno di un altro architetto, dopo Maurizio Piazzini, che ha tenuto le redini durante oltre un anno e mezzo di commissariamento.
Il 7 maggio scorso, nella sua prima seduta, il nuovo direttivo a nove del Parco avrebbe ratificato la candidatura, con la convergenza dei quattro Comuni ricadenti nell’area (Ancona, Sirolo, Numana, Camerano) e del rappresentante dell’Università Politecnica delle Marche. D’Alessio era stato scelto da palazzo Raffaello come suo rappresentante all’interno del consiglio post-commissariamento, ma per la legge regionale varata a febbraio, il presidente avrebbe anche potuto essere scelto all’esterno del direttivo.
«La scelta di D’Alessio quale rappresentante della Regione – è l’attacco dell’ex presidente dell’ente, Gliberto Stacchiotti, affidato alla sua pagina Facebook – è stata già un’operazione sollecitata e sostenuta dai sindaci del Conero con Valeria Mancinelli nel ruolo di protagonista. Nulla finora è però stato fatto per il sistema regionale delle aree protette, utilizzando una nuova deroga alla normativa generale per creare così un ulteriore disparità gestionale tra il Conero e le altre realtà. Di D’Alessio – conclude – non si discute lo straordinario profilo di competenza ed esperienza, ma vedremo presto se si tornerà ad una edizione aggiornata del vecchio Consorzio fortemente condizionato dalle logiche campanilistiche dei Comuni oppure ad una nuova stagione per l’ente parco che sappia ricondurre il Conero a fiore all’occhiello di un sistema regionale di cui da sempre è il precursore e il principale riferimento».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X