facebook rss

La ‘Notte dei Musei’,
visite e laboratori
ad Ancona, Jesi e Senigallia

ARTE - Sabato prossimo torna la manifestazione che coinvolge ormai i più importanti istituti culturali europei, e che permetterà di visitare dopo il tramonto anche molti contenitori culturali della Provincia di Ancona
mercoledì 15 Maggio 2019 - Ore 11:35
Print Friendly, PDF & Email

 

Torna la “Notte dei Musei”, la manifestazione che coinvolge ormai i più importanti istituti culturali europei, permetterà di visitare dopo il tramonto anche molti contenitori culturali della Provincia di Ancona.

ANCONA, LABORATORI, CONCERTI E VISITE VIRTUALI – Ad Ancona sarà un fine settimana suggestivo e ricco di emozioni nei Musei Civici di Ancona. Si inizia con Museo Petit ma si continua con il Gran Tour dei Musei con tre eventi da non perdere. Alle ore 10:15 – 11:30 è in programma la “Mappa sentimentale di Ancona” per bambini 3-6 anni al Museo della Città con ingresso da Piazza del Plebiscito, Ancona. Si potrà conoscere la città attraverso le mappe e i modellini del Museo della Città per poi creare insieme una mappa dei luoghi che amiamo di più tra collage e disegni. La partecipazione dei genitori è facoltativa ma la prenotazione obbligatoria, entro le ore 19 di venerdì 17 maggio (Tel. 0712225047 negli orari di apertura, mail: [email protected]). La quota di adesione è di 8 euro 1 adulto e/o 1 bambino e di 3 euro ogni bambino in più. La Card Podesti costa 120 euro per l’ingresso per max 2 partecipanti alle attività di Museo Petit per 1 anno. In occasione del Grand tour musei 2019 i Musei Civici di Ancona aprono le porte sabato 18 maggio per un’apertura serale dalle 21 alle 23. Inoltre nel corso delle due giornate del 18 e 19 maggio la Direzione Cultura e Turismo del Comune di Ancona concede l’ingresso ridotto di 3 euro alla Pinacoteca Civica.

La Pinacoteca Podesti di Ancona

Il programma di sabato 18 e domenica 19, prevede visite guidate, esplorazioni virtuali e attività per famiglie nella ricca sezione della Galleria dei ritratti della Pinacoteca Civica, sezione in cui convivono ritratti di epoche diverse, dalla fine del Seicento al Novecento. La visita intende indagare come l’artista contemporaneo interpreta la tradizione, in un confronto tra le diverse opere in mostra. La prenotazione è obbligatoria (tel. 071 222 50 47 negli orari di apertura) o scrivendo una email a [email protected]) L’ingresso con visita guidata 8 euro e 5 euro bambini tra i 6 e i 14 anni (comprensivo del biglietto ridotto di ingresso); gratuito inferiori di 5 anni. Ingresso senza visita guidata biglietto ridotto 3 euro.Il Museo della Città dedica inoltre un’intera serata al progetto “Oculus”, lo strumento di realtà virtuale che interpreta in un linguaggio tutto contemporaneo l’antichità romana della città di Ancona. L’evento è rivolto a un pubblico di tutte le età e la visione di “Oculus” sarà accompagnata da approfondimenti a cura degli operatori museali volti ad illustrare le peculiarità e le caratteristiche degli antichi monumenti. Il biglietto costa 2 euro.

Domenica prossima è inoltre previsto un laboratorio per famiglie con bambini 5 – 12 anni “La macchina del tempo. Ritratto su tavola” he prevede una breve visita guidata alla Galleria dei Ritratti della Pinacoteca Civica e a quelle opere del percorso museale che presentano al loro interno un ritratto. In un gioco attraverso i secoli, i bambini saranno portati a cercare le caratteristiche delle personalità rappresentate, per delineare insieme un percorso suddiviso nei diversi periodi, dalla tradizione alla modernità. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria. Sabato prossimo alle 10 inoltre torna Cantieri Musicali – Itinerari 2019 alla Pinacoteca con ingresso da Vicolo Foschi, 4. Un percorso guidato alla scoperta delle meraviglie artistiche della Pinacoteca di Ancona. Con partenza dal suggestivo cortile di Palazzo Bosdari, alla scoperta della collezione d’arte Anconitana con particolare attenzione al racconto delle opere di Carlo Crivelli, Tiziano Vecellio, Lorenzo Lotto e Guercino. Il percorso termina con la storia de “Il Giuramento degli Anconitani” di Francesco Podesti. Alle Ore 11:30 concerto nel chiostro con un ensemble di fagotti.

Il Museo Diocesano di Jesi

 

JESI, PERCORSI DI SENSO – Sabato prossimo, 18 maggio, a partire dalle ore 21 e fino a mezzanotte, sarà possibile accedere gratuitamente ai più importanti musei di Jesi secondo dei turni prestabiliti cadenzati ogni ora, senza bisogno di prenotazione. Particolarmente suggestivo il tema della manifestazione di quest’anno, ovvero “Percorsi di senso. Il futuro della tradizione”: sarà declinato attraverso varie modalità con l’obiettivo di stimolare un approccio multisensoriale alla fruizione e alla comprensione delle opere d’arte in una prospettiva di rete, che metterà insieme le principali istituzioni museali della città federiciana per un’offerta integrata e coordinata.  Ai Musei Civici di Palazzo Pianetti il pubblico potrà avvicinarsi alla Pala della Santa Lucia, una delle opere più rappresentative della produzione marchigiana del Lotto, attraverso un percorso che coinvolgerà, oltre alla vista, tutti gli altri sensi come l’olfatto, il tatto e l’udito, fino ad assistere alla materializzazione del personaggio di Santa Lucia che, come se uscisse dall’opera, racconterà agli astanti la sua storia.
Anche negli altri musei della città l’approccio multisensoriale sarà lo strumento attraverso il quale il pubblico potrà “sentire” le opere riscoprendo, in alcuni casi, il valore della tradizione come premessa indispensabile per pensare e costruire il futuro. Allo Studio delle Arti della Stampa (SAS) in Via Valle 3, grazie al gioco delle “scatole segrete”, sarà possibile riscoprire l’antica arte tipografica, orgoglio e vanto di una plurisecolare tradizione jesina mentre al Museo Diocesano di Piazza Federico II, accompagnati dalle note di un violino, si potrà esperire un’opera d’arte toccando e addirittura camminando su alcuni degli elementi in essa rappresentati.

Al Museo Federico II Stupor Mundi che nella multimedialità e multisensorialità ha la sua ragione fondante, il suo principio ispiratore, i visitatori potranno compiere un suggestivo viaggio nel medioevo accompagnati dai figuranti dell’Associazione Ente Palio di San Floriano e dai Falconieri di Federico II.  Infine, alla Biblioteca Planettiana, ospitata nel magnifico Palazzo della Signoria in Piazza Colocci, l’udito sarà il senso dominante con cui si renderà omaggio all’antica tradizione dei cantastorie grazie all’esibizione musicale dal titolo “Né acqua, né luce, né strade”, narrazioni e canti di cantastatorie curata da Marino Carotti e Giovanni Filosa. L’offerta della Notte dei Musei 2019 sarà completata dalle suggestive atmosfere latinoamericane e messicane degli anni Venti del secolo scorso suggerite dalle opere in mostra della grande fotografa Tina Modotti e dalla mostra fotografica di Giorgio Cutini intitolata “Mistero della fede” che sarà inaugurata proprio sabato 18 alle ore 17.30 nei locali di Palazzo Santoni in Vicolo Ripanti 5.  L’approccio multisensoriale previsto per la Notte dei Musei di sabato sarà replicato, attraverso diverse modalità, per la Giornata Internazionale dei Musei, in programma domenica 19, quando i principali istituti culturali della città saranno visitabili sempre gratuitamente a partire dalle 16.30-1.

La biblioteca Antonelliana di Senigallia

SENIGALLIA: I LABORATORI PER I PIÙ PICCOLI – In occasione della “Notte dei Musei”, in programma sabato 18 maggio, alcune istituzioni culturali cittadine organizzano eventi e laboratori dedicati ai più piccoli Alla Biblioteca Antonelliana, alle ore 16, si terrà l’iniziativa “Ex libris. Piccoli capolavori nascosti dentro i libri”, laboratorio per bambini dai 5 anni condotto da Isabel Permanyer. La partecipazione è aperta fino a un massimo di 15 bambini. Le prenotazioni vanno inviate a [email protected] Al Museo di Storia della Mezzadria, invece, il laboratorio intitolato “Per fare il pane ci vuole un seme” è rivolto ai bambini dai 5 anni e prenderà avvio alle ore 15,30. Ogni partecipante potrà scegliere fra varie semenze per comporre il proprio orticello in miniatura da portare a casa e prendersene cura. Il costo è di 7 euro bambino (per gli adulti accompagnatori è inclusa la visita libera al museo.) La prenotazione è obbligatoria e può essere effettuata entro il giorno precedente all’evento rivolgendosi ai seguenti recapiti: 0732956257 (tutti i giorni ore 10-13 e 15,30-18,30), 3337301732 (al di fuori degli orari già citati), [email protected] L’attività si svolgerà solo al raggiungimento del numero minimo di 8 bambini.

Palazzetto Baviera

Il terzo laboratorio, “La magia della cianotipia”, si terrà a Palazzetto Baviera a partire dalle ore 17,30. In tale occasione, i bambini potranno divertirsi imparando a stampare immagini con la tecnica della cianotipia, ovvero la più semplice delle tecniche fotografiche antiche che permette di stampare con la luce del sole. Il laboratorio è rivolto ai bambini dai 6 ai 12 anni (massimo 15 partecipanti), i quali dovranno essere accompagnati da un adulto. L’ingresso dei bambini al laboratorio e alla mostra è gratuito, mentre gli accompagnatori dovranno essere muniti del biglietto d’ingresso. Le prenotazioni dovranno pervenire entro venerdì 17 maggio inviando all’indirizzo e-mail [email protected] (Info: 0716629453 – 0716629203).

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X