facebook rss

Colto da malore alla guida
di un mezzo agricolo, si schianta:
soccorso dall’eliambulanza

OSIMO - E' successo verso le 13.30 in via Albanelli a Cucchiarello di Osimo. Il trattore è finito contro un capanno degli attrezzi dove gli è crollato addosso l'architrave. L'uomo è stato stabilizzato e poi trasferito all'ospedale di Torrette
domenica 9 Giugno 2019 - Ore 14:24
Print Friendly, PDF & Email

 

Il caldo afoso di oggi ha giocato brutti scherzi a chi era impegnato in attività che richiedono molta attenzione. Poco prima delle 13.30, un agricoltore di 55 anni, A.E.A., al lavoro in via Albanelli a Cucchiarello di Osimo è stato soccorso dal personale del 118, dai carabinieri e dei vigili del fuoco perché mentre era alla guida di un mezzo agricolo, per cause ancora da mettere a fuoco sarebbe finito contro un capanno degli attrezzi dove stato entrando per parcheggiare il trattore. L’uomo potrebbe aver perso il controllo del mezzo dopo aver accusato un malore. Il mezzo agricolo si stava muovendo in retromarcia ma con la barra antinfortunistica non abbassata e più alta dell’architrave d’ingresso del capanno.

Nell’urto la trave in legno, lunga 4 metri e pesante circa 2 quintali all’ingresso del rimessaggio sarebbe crollata colpendo in pieno l’autista. L’uomo è rimasto sempre vigile e cosciente anche se molto sofferente. Ha trovato la forza ed il coraggio di chiamare il 118 componendo il numero sulla tastiera del suo smartphone. ZSul campo in quel momento non c’era nessuno.  Le condizioni del paziente sono parse subito gravi ai primi soccorritori, i vigili del fuoco di Osimo che l’hanno liberato dal peso del materiale che lo schiacciava. Per trasportarlo all’ospedale di Torrette si è alzata in volo l’eliambulanza, atterrata su un campo di Cucchiarello (di proprietà del ferito), la località che si trova tra le frazioni di Padiglione e di Casenuove. Qui l’agricoltore ha ricevuto le prime cure sul posto dal medico del 118 ed è stato stabilizzato dal sanitario dell’elisoccorso.

(servizio aggiornato alle 15.40)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X