facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Altoatesino scompare da casa:
ritrovato a Numana in stato confusionale

I POLIZIOTTI del Commissariato di Osimo due notti fa hanno ricevuto la segnalazione per un 50enne che girava scalzo per strada. Lo hanno rintracciato e scoperto che si era allontanato il giorno prima da San Leonardo in Passiria. La sua famiglia aveva sporto denuncia. Ora l'uomo si trova ricoverato all'ospedale di Jesi
Print Friendly, PDF & Email

Un mezzo della Polizia  sulla litoranea di Numana

 

Scompare dalla sua abitazione di San Leonardo in Passiria, in provincia di Bolzano, lo rintracciano i poliziotti del Commissariato di Osimo in un albergo di Numana. L’intervento degli agenti diretti dal vice questore Giuseppe Todaro è stato provvidenziale per il ritrovamento del 50enne, parzialmente incapace, che si era allontanata dalla propria abitazione in Alto Adige. Nella notte dello scorso 13 Giugno, è arrivata al centralino del Commissariato osimano la segnalazione di un uomo sulla cinquantina che aveva preso alloggio in una struttura ricettiva di Numana.

L’uomo in evidente stato confusionale andava in giro scalzo e sembrava essersi smarrito. Il pronto intervento degli agenti che hanno rintracciato la persona ha dato il via agli accertamenti per ricostruire i fatti. Se è così appurato che l’uomo, un altoatesino, si era allontanato dalla mattina del giorno precedente, il 12 giugno della sua abitazione senza lasciare alcuna traccia a parenti e familiari che, accortosi della sua assenza, ne avevano denunciato la scomparsa presso il commissariato di pubblica sicurezza di Merano. L’uomo incapace di autodeterminarsi era tuttavia riuscito ad arrivare sulla costa anconetana, nella Riviera del Conero, ed aveva trovato alloggio presso la struttura alberghiera dove poi è stato rintracciato. Successivamente, grazie anche alla preziosa collaborazione degli agenti del commissariato di Merano e d’intesa con i familiari in Alto Adige, l’uomo è stato affidato alle cure dei sanitari del 118 che visto lo stato psicofisico in cui versava ne hanno deciso il ricovero presso l’ospedale di Jesi dove tuttora si trova in attesa di essere prelevato dai familiari in arrivo dal Trentino Alto Adige.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X