facebook rss

Avvocato e amministratore pubblico:
è morto Giancarlo Alessandrini

OSIMO – Il legale ed ex assessore se n’è andato ieri all’età di 75 anni dopo aver combattuto contro una malattia degenerativa. Tra le sue battaglie più note per la città la difesa del progetto dell'ospedale di rete di San Sabino, il varo del nuovo Prg con la strada di bordo e la risoluzione della vicenda photored
Print Friendly, PDF & Email

Giancarlo Alessandrini

 

Cordoglio ad Osimo per la scomparsa dell’avvocato Giancarlo Alessandrini. Se n’è andato ieri all’età di 75 anni dopo aver combattuto contro una malattia invalidante che  lo ha consumato giorno dopo giorno. Negli ultimi venti anni aveva anche assunto ruoli di primo piano nel panorama amministrativo e politico della città.  Tutti lo ricorderanno per i suoi modi da gentleman: corretto e professionale, dialettico e dall’eloquio forbito, elegante, con il sorriso e l’ironia garbata. Laurea in Giurisprudenza, titolare di uno studio legale specializzato in diritto societario e diritto agrario (per 6 anni aveva anche svolto funzioni di revisore di Confagricoltura), Giancarlo Alessandrini si contraddistingueva per il piacere da sempre manifestato verso la professione forense che, dagli anni Novanta, aveva affiancato alla passione politica.

Dal 1996 al 1997 era stato, infatti, segretario comunale di Forza Italia, dal 1997 al 1999 delegato al Collegio Osimo-San Severino per lo stesso partito. Nel 1999 aveva affrontato la campagna elettorale ed era stato eletto consigliere comunale ad Osimo. Nella Sala Gialla era rimasto fino al 2004 come vice presidente dell’assemblea cittadina. Nel 2004 al 2009 e poi ancora dal 2009 al 2014 era stato nominato assessore nel corso del secondo mandato amministrativo del sindaco Dino Latini (Liste civiche) e poi durante la legislatura del sindaco Stefano Simoncini (Liste civiche), con deleghe all’Urbanistica, al Personale, al Contenzioso e allo Stato Civile. Tra le sue battaglie più note quelle per difendere e salvaguardare, anche in sede legale, il progetto dell’ospedale di rete di San Sabino di Osimo puoi riconvertito in quello del nuovo Inrca dell’Aspio di Camerano o il varo della variante al Prg 2005 con la strada di bordo per decongestionare dal traffico la città. Da assessore aveva anche risolto la complicata vicenda dei photored, i semafori intelligenti installati dal Comune di Osimo, bloccando la pioggia di multe e contenziosi che ne erano scaturiti.

«Per noi del Movimento 5 Stelle di Osimo, Giancarlo è stato un angelo custode silenzioso. Non sappiamo se condivideva le nostre idee politiche: forse non le condivideva, ma non ci ha fatto mai mancare il suo aiuto e il suo supporto. – commenta il consigliere comunale pentastellato David Monticelli – Purtroppo il male che lo ha colpito ormai diversi anni fa, era degenerativo e progressivamente Giancarlo è diventato sempre meno autonomo. Di fronte alle sue sofferenze, a cui non abbiamo assistito personalmente, ma ci venivano riportate dai suoi familiari, il senso di tristezza, di impotenza e di ingiustizia ci hanno spesso assalito. Noi del Movimento 5 Stelle di Osimo rivolgiamo le più sentite condoglianze ai suoi familiari, ai suoi amici, ai figli e soprattutto a sua moglie Rita Foria che lo ha accudito fino all’ultimo. A Rita va anche il nostro affettuoso abbraccio. Caro Giancarlo, sei stato il nostro angelo custode in vita, lo sarai ancora di più adesso – non solo per noi – ma per tutti i tuoi cari e per tutte le persone che, anche solo silenziosamente, ti hanno sempre voluto bene».

Parole di stima e affetto sono giunte anche dal sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni (Pd). «Un vero signore, un uomo delle istituzioni. A nome mio e di tutta la citta’ le piu’ sentite condoglianze alla famiglia per la prematura scomparsa di Giancarlo Alessandrini. Ciao Giancarlo». Immancabile il ricordo dell’ex sindaco Stefano Simoncini:«Addio Gianki Alessandrini, signore fino alla fine, autentico liberale, fondatore di Forza Italia ad Osimo, uomo libero e colonna delle nostre Liste Civiche (Forza Osimo), assessore presente e competente all’Urbanistica e agli Affari Legali grazie alla sua lunga e apprezzatissima carriera di avvocato. Un amico ed un vero grande osimano». L’avvocato Antonio Osimani, a.d. della Dea, ricorda infine di aver «iniziato a frequentare il suo studio nel 1983. È stato per me padre e maestro come avvocato e come uomo. Un grande abbraccio alla sua famiglia. Non mi sono mai permesso di dargli del tu anche se me lo ha chiesto tante volte. Ora lo urlo: ciao Gianchi».

L’impegno politico dell’avvocato Alessandrini è stato ricordato da l’avvocato Daniele Silvetti, coordinatore provinciale di Forza Italia Ancona nell’esprimere cordoglio per la scomparsa dell’amico. «A Giancarlo – scrive – si deve non solo il merito di aver costituito ed alimentato nel tempo la radice storica di un Partito ma anche e soprattutto la dedizione e la perseveranza nel ricercare la coesione del centrodestra osimano. La Sua capacità, non comune, di leggere la società e il mondo contemporaneo lo rendevano determinante ed illuminante al momento delle scelte decisive. Forza Italia perde un punto di riferimento fondamentale che tanto ha saputo dare in termini politici ma soprattutto umani; ne subisce il colpo la Tradizione Liberale così come l’intera Comunità Forzista della prima ora e quella più recente. Alla famiglia va il nostro ringraziamento e la vicinanza sincera di una Comunità umana oltre che politica che rimarrà per sempre grata all’Uomo, al professionista e al militante sincero e disinteressato». Il commiato si svolgerà in forma strettamente privata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X