facebook rss

Triplo colpo del ladro balordo,
prende gli spicci
ma lascia le banconote

JESI - Il malvivente solitario con un cappellino da baseball ha depredato tre attività del centro del fondo cassa
Print Friendly, PDF & Email

La porta interna dell’edicola-libreria Cattolica forzata

di Talita Frezzi

Un ladro solitario ha messo a segno a Jesi tre furti nella notte tra sabato e domenica ai danni di altrettante attività commerciali, tutte situate in un’area di appena un centinaio di metri quadrati. Oltretutto, a due passi dalla caserma dei Carabinieri. Un bandito occasionale, che si è accontentato degli spicci di fondocassa peraltro tralasciando delle banconote cartacee. Distratto, così tanto che nella fuga ne ha anche perse alcune per strada. Il ladro, un uomo con un cappellino da baseball, ha compiuto un furto all’Edicola-libreria Cattolica di corso Matteotti 42. Ha forzato la saracinesca dell’edicola che si affaccia sul corso principale della città, servendosi presumibilmente di un piede di porco, poi dopo averla aperta ha manomesso la serratura della porta a vetri interna, senza tuttavia arrecare grossi danni. Una volta all’interno si è diretto al ricevitore di cassa portando via un centinaio di euro in spiccioli. Il ladro nella fretta non s’è accorto di alcune banconote ripiegate e appoggiate vicino alla cassa. Poi si è diretto sul retro, nel magazzino e ha preso due pochette allegate a dei giornali, ovviamente vuote. Si è dileguato in brevissimo tempo per continuare altrove il suo raid. Del furto si sono accorti i proprietari verso le 6,20 di domenica mattina quando sono andati a lavoro. E’ il quarto furto che l’attività subisce.

La saracinesca manomessa all’edicola-libreria Cattolica

Dopo l’edicola, il ladro si è diretto verso via Mura Occidentali e ha razziato l’enoteca “Partnerwine” dove ha portato via, come già scritto ieri, sia spiccioli che bottiglie di vino pregiato già imballato e destinato all’esportazione in Olanda e Germania (valore 1000 euro). Nella fretta, il ladro ha perso delle monete seminate lungo il tragitto. Ultima tappa del suo raid, la parafarmacia “Benessere” di viale della Vittoria 91/d. Con lo stesso modus operandi, il bandito con il cappello s’è introdotto nel locale e in appena un minuto e mezzo ha ripulito la cassa degli spiccioli (c’era un centinaio di euro). L’allarme è scattato al cellulare del proprietario alle 6, quando ha avvisato il 112 e sul posto sono intervenuti i carabinieri per i rilievi. Le telecamere della parafarmacia hanno ripreso il furto. Non è escluso che possa poi aver colpito in altre zone della città.

Blitz dei ladri in enoteca, spariti spiccioli e vini pregiati

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X