facebook rss

Quadrilatero, Bomprezzi (Cgil):
«Sui lavori aleggia
la procedura concorsuale Astaldi»

FABRIANO - Le elezioni per il rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie hanno premiato la Fillea Cgil con 43 voti su 98 validi. Resta alta però la preoccupazione per il futuro dei cantieri
mercoledì 26 Giugno 2019 - Ore 11:38
Print Friendly, PDF & Email

Stefano Cavalieri

 

Si sono svolte il 24 ed il 25 giugno all’ Astaldi Spa, importante azienda del settore delle costruzioni a livello mondiale, presso il cantiere Quadrilatero delle Marche, le elezioni per il rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie (Rsu). Le votazioni hanno premiato la Fillea-Cgil Ancona con un’ affermazione in termini assoluti di consensi pari a 43 voti su 98 voti validi. Ovvero, la Fillea Cgil ha ottenuto il 44% dei consensi. La Fillea-Cgil sottolinea, con grande soddisfazione «la partecipazione democratica degli operai e degli impiegati della Astaldi SPA alle elezioni sindacali; infatti su 125 dipendenti hanno partecipato al voto ben 98 pari al 78,4% in termini assoluti e al 91,58% dei “lavoratori” presenti effettivamente in cantiere». La Fillea-Cgil ha ottenuto 1 rappresentante sindacale sui tre eleggibili, riconfermando Stefano Cavalleri con 19 voti come Rsu. Il secondo candidato, Frazzetto Giacomo, con 17 voti, è il secondo votato in assoluto pur non essendo eletto.

«Il sindacato è soddisfatto della fiducia espressa dai lavoratori – dichiara Alessandro Bomprezzi, Fillea Cgil Ancona –  riteniamo tutto questo frutto di lotte promosse al fianco degli stessi. Lotte – continua Bomprezzi –  che si sono consumate nell’ultimo anno, a partire dalla procedura dei licenziamenti collettivi, aperta dalla Astaldi Spa nel 2018 e fatta ritirare grazie ai sacrifici dei dipendenti che sono scesi in strada insieme al sindacato per manifestare il loro diritto al lavoro e bloccando la SS76». E poi c’è la crisi economico-finanziaria dell’Astaldi Spa che ha portato al blocco totale del cantiere per gli ultimi mesi del 2018 ed i primi del 2019. «Grazie alla presenza continua dei sindacati nel cantiere e presso le istituzioni – sottolinea Bomprezzi – , le lavorazioni sono ripartite e la conferma è la perforazione della galleria delle Serre nel tratto della Pedemontana delle Marche di pochi giorni fa». Sulla continuità delle lavorazioni aleggia, però, sempre la procedura concorsuale aperta dall’azienda e purtroppo ad oggi ancora in corso. «Questo crea preoccupazione fra le maestranze e le organizzazioni sindacali – conclude Bomprezzi – . L’ottimo risultato ottenuto durante le votazioni delle RSU aziendali ci consegna un cantiere dove le maestranze hanno condiviso e premiato l’operato della Fillea Cgil. Questo ci ripaga di tutto il lavoro fin qui fatto e ci regala nuova linfa per affrontare le nuove sfide».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X