facebook rss

Giuristi, professionisti e banche:
un confronto sulla riforma
della crisi di impresa e dell’insolvenza

CONVEGNO in programma lunedì 1 luglio alla Loggia dei Mercanti di Ancona
Print Friendly, PDF & Email

 

Loggia dei Mercanti (foto d’archivio)

 

Riforma della crisi di impresa e dell’insolvenza, si terrà lunedì 1 luglio alla Loggia dei Mercanti di Ancona il convegno di studi organizzato dall’Ordine dei commercialisti di Ancona, il Centro studi di diritto fallimentare di Ancona e l’Unione regionale degli ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili delle Marche e con il contributo del Banco Marchigiano. Tutti esauriti i posti a disposizione per una platea gremita di professionisti (avvocati, commercialisti e operatori del mondo bancario), interessati agli ultimi importanti sviluppi in materia di riforma della crisi di impresa e dell’insolvenza. Con l’approvazione del nuovo Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza (D.lgs. 12 gennaio 2019, n° 14), in attuazione della L. 19 ottobre 2017, n° 155, il legislatore ha infatti voluto dare vita ad una riforma organica delle procedure concorsuali idonea a regolare lo stato di crisi e di insolvenza di qualsiasi debitore. La riforma della cosiddetta “vecchia legge fallimentare” è un tema particolarmente attuale e molto sentito dagli addetti ai lavori perché prevede dei meccanismi di allerta che, nelle intenzioni del legislatore, dovrebbero anticipare il manifestarsi della crisi ed evitare l’insolvenza dell’impresa ma che invece, se non correttamente applicati, rischiano di anticiparne gli effetti e di creare situazioni che si volevano scongiurare. E su questi temi che giuristi, professionisti e banche si confronteranno per capire quali potrebbero essere le migliori soluzioni o le possibili modifiche da apportare al nuovo impianto normativo che entrerà in vigore. I lavori verranno introdotti dai saluti di Stefano Coppola, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Ancona, di Aberto Luigi Gusmeroli, vice presidente VI commissione finanze della Camera dei Deputati, Giovanni Spinosa, presidente Tribunale di Ancona, Maurizio Miranda, presidente ordine degli avvocati di Ancona, Marco Bindelli, vice presidente del Banco Marchigiano e amministratore delegato ai rapporti con il Credito Cooperativo, Carlo Cantalamessa, presidente Unione regionale degli Odcec delle Marche e Antonella Gallotta, presidente del Centro studi di diritto fallimentare. Importante anche il parterre dei relatori, che comprende i migliori esperti nazionali in materia, diversi che hanno contribuito alla stesura della nuova normativa, tra cui il Dott. Roberto Fontana, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano, i Proff. Avv. Bruno Inzitari, Sido Bonfatti e Stefano Ambrosini, rappresentanti dei Dottori Commercialisti, di Banca d’Italia, dell’Abi (Associazione Bancaria Italiana) e dell’industria bancaria, tra cui il Dott. Marco Moreschi, Direttore Generale del Banco Marchigiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X