facebook rss

«Ci sono i fantasmi», brucia la villetta
e viene denunciato

CASTELFIDARDO - Ieri mattina i carabinieri sono subito risaliti al 41enne con problemi psichiatrici, che più volte aveva contattato il 112 per segnalare la presenza di demoni ed entità misteriose nella zona. Ha ammesso di aver appiccato il fuoco in quell'immobile che si affaccia sulla Provinciale 23, nella tarda serata di venerdì
Print Friendly, PDF & Email

 

Convinto che la villa fosse infestata da fantasmi e presenze indemoniate, nella tarda serata di venerdì ha appiccato il fuoco. I vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte per domare le fiamme in quell’immobile di 250 mq con piscina disabitato (ma in vendita) sulla provinciale 23, nel tratto stradale che attraversa ancora il territorio di Castelfidardo proprio ai confini con Numana e poco distante dagli Svarchi. Il rogo, dalla mansarda e dai mobili presenti nella casa, si è ben presto esteso sulla vegetazione incolta che circondava l’immobile ed i vigili del fuoco hanno speso ore per mettere in sicurezza il luogo. Il testimone che ha dato l’allarme ha notato movimenti sospetti ed è riuscito ad annotare il numero di targa dell’auto che si dileguava dal posto. Un indizio che ha contribuito a orientale le indagini. I carabinieri sono in poco tempo risaliti al 41enne di Castelfidardo con problemi psichiatrici che, ascoltato poche ore dopo il fatto, ha ammesso le sue responsabilità e ieri mattina è stato denunciato per incendio colposo. Gli investigatori però  stanno vagliando anche l’ipotesi della matrice dolosa dell’incendio. L’uomo era già noto ai carabinieri di Osimo e Castelfidardo, ai quali spesso telefonava per denunciare la presenza di entità misteriose, fantasmi o extraterrestri in luoghi che, a suo giudizio, dovevano essere purificati.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X