facebook rss

Festa del Mare nel segno di Francesco,
banchina 1 intitolata al Santo

ANCONA – Per le celebrazioni degli 800 anni della sua partenza per la Terra Santa dal porto dorico, la città gli rende un «omaggio imperituro», come lo definisce il presidente dell'Autorità portuale Giampieri. La formalizzazione avverrà il 4 ottobre. Per la 37° edizione della tradizionale kermesse di fine estate, ricco cartellone di eventi distribuito per la prima volta su due giorni, il 31 agosto ed il 1 settembre. Tra questi, lo show acrobatico di Flyboard, il Blue Carpet ed i classici fuochi d'artificio
Print Friendly, PDF & Email

Presentazione della 37° edizione della Festa del Mare

 

di Martina Marinangeli

La 37° edizione della Festa del Mare – che vedrà il ricco cartellone di eventi distribuito per la prima volta su due giorni, il 31 agosto ed il 1 settembre – sarà nel segno di San Francesco. Per celebrare gli 800 anni della sua partenza per la Terra Santa dal porto di Ancona, la città gli rende un «omaggio imperituro», come lo ha definito il presidente dell’Autorità portuale, Rodolfo Giampieri, decidendo di dedicargli la banchina 1, quella dove si trova la Fontana dei due soli, per capirci. «Come Autorità portuale ci siamo chiesti quale sarebbe stato il modo migliore per celebrarlo – ricostruisce la genesi della decisione Giampieri – e, tra le tante iniziative, dedicargli la banchina affacciata sul mare ci è sembrata la cosa giusta». La formalizzazione del nuovo nome dato allo spazio meno commerciale e più aperto alla cittadinanza del golfo dorico avverrà il 4 ottobre, giorno di San Francesco appunto, ma «Monsignor Angelo Spina lancerà questo importante messaggio già domenica prossima», fa sapere il presidente dell’Ap. E, tra le novità di questa edizione, la messa sarà quest’anno officiata solo in banchina, al porto antico.Non solo declinazione religiosa, però, per la tradizionale festa di fine estate, curata come sempre dall’Associazione Stella Maris, in collaborazione con l’Ap, la Capitaneria di Porto, l’Arcidiocesi di Ancona e Osimo, il Comune e la Regione. L’associazione, guidata dal nuovo presidente Mattia Pignataro, ha scommesso sul raddoppio dell’evento per coinvolgere più persone «in questa Festa che è rappresenta una tradizione, ma si rinnova nei contenuti – sottolinea la sindaca Valeria Mancinelli – perché la continuità della cose belle fa bene all’anima».

Da sinistra, Mattia Pignataro, monsignor Angelo Spina, la sindaca Mancinelli, l’ammiraglio Moretti, il presidente dell’Autorità portuale Giampieri e Vladimiro Riga

Il programma. Si parte sabato alle 18,15 con il torneo di canoa Polo Ancona nello specchio d’acqua delle banchine 1 e 2, mentre alle 19,30 andrà in scena lo show acrobatico Flyboard Ancona, che replicherà alle 20,30. Alle 21,30 sarà invece la volta di un’altra novità di questa edizione: l’Ancona Blue Carpet, spettacolo a cura di Vladimiro Riga, con presentazione di Stefania Orlando e Alvin Crescini, e con la presenza di Samanta Togni e Samuel Peron, Alex Fox e Tony Esposito e Opera Pop. Il tutto, accompagnato dagli stand gastronomici dell’area food e dal baby park per i più piccoli. Domenica 1 settembre, alle 16,30, la tradizionale processione a piedi verso la zona del porto antico, con accompagnamento della banda musicale, partirà dal Molo Santa Maria (marciapiede di fronte alla Loggia dei Mercanti). Alle 17 sfilerà invece il corteo in mare, seguito alle 18 dalla celebrazione della Santa Messa nel piazzale dietro alla banchina d’ormeggio 1, con la partecipazione dell’arcivescovo della città, Monsignor Angelo Spina. Alle 18,45, dopo un veloce saluto delle autorità presenti, sarà il momento della dedicazione della banchina d’ormeggio 1 a San Francesco, a cui farà seguito la sfilata di quattro imbarcazione a remi-batane di fronte alla banchina. Alle 20,30, Buonasera mare Show, spettacolo a cura di Filodiffusione di Paolo Filippetti, condotto dal giornalista e presentatore Maurizio Socci, durante il quale interverranno gli artisti e Roberta Giallo, Paola Saracini, Francesco Berardi e Laura Borgognoni pole dance. Alle 22, chiuderà la due giorni il consueto spettacolo pirotecnico al porto antico. «Metteremo in campo 10 uomini sabato e 25 domenica – spiega l’ammiraglio Enrico Moretti –. Sempre domenica, ci saranno anche tre mezzi navali (la motovedetta grande e altre due unità pronte ad intervenire) per garantire la sicurezza»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X