facebook rss

Venezia, Mick Jagger torna attore
nel film di Giuseppe Capotondi

LA ROCKSTAR interpreta un collezionista d’arte nella nuova opera del regista di Corinaldo “The Burnt Orange Heresy”, thriller di chiusura fuori concorso, il 7 settembre, alla Mostra del Cinema. Nel cast anche il premio Oscar alla carriera Donald Sutherland
Print Friendly, PDF & Email

Mick Jagger nel 2014 (Foto di Georges Biard CC BY-SA 3.0)

 

di Francesca Marsili

Interpreterà un collezionista d’arte, Mick Jagger per la seconda volta sul grande schermo nel nuovo film del regista di Corinaldo, Giuseppe Capotondi. Il thriller “The Burnt Orange Heresy” è il film di chiusura fuori concorso, della 76/a Mostra del Cinema di Venezia (28 Agosto – 7 Settembre). Nel cast diretto dal cineasta marchigiano oltre il frontman dei Rolling Stones, il premio Oscar alla carriera Donald Sutherland, oltre a Claes Bang e Elizabeth Debicki. The Burnt Orange Heresy sarà proiettato in prima mondiale sabato 7 settembre, nella Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido di Venezia, a seguire la cerimonia di premiazione. Nato nel piccolo conume dell’Anconetano, classe 1968, Capotondi poco più che ventenne si trasferisce a Londra dove la sua vocazione a catturare immagini si concretizza come fotoreporter prima collaborando con prestigiose testate internazionali e poi come regista di music video di artisti del calibro degli Skunk Anansie e Natalie Imbruglia.

Il regista Giuseppe Capotondi al 66° Festival di Venezia (Foto di Nicolas Genin from Paris, CC BY-SA 2.0)

Successivamente sperimenta anche la serialità di altissimo livello nazionale come Suburra che internazionale come Berlin Station. Il suo tocco è ricinoscibile dalla cura dei dettagli, dalla precisione artistica e dalla maestria nella direzione degli attori. Il regista corinaldese approderà al Lido per la seconda volta dopo dieci anni in cui nel 2009 presentò la sua opera prima “La doppia ora” con cui vinse l’ambiziosa Coppa Volpi. La pellicola “The Burnt orange Heresy”, definita dallo stesso regista un: “Thriller erotico neo-noir” intreccia il mondo dell’arte con quello della malavita. Tratto dall’omonimo romanzo di Charles Willeford è ambientato in Italia ai giorni nostri. Il film racconta di un carismatico critico d’arte James Figueras (Claes Bang) che seduce l’affascinante turista Berenice Hollis (Elizabeth Debicki). I due innamorati raggiungono la lussuosa proprietà sul Lago di Como del potente collezionista d’arte Cassidy a cui presta il volto Mick Jagger che rivela di essere il mecenate di un notissimo artista Jerome Debney (Donald Sutherland). Ai due giovani viene chiesto di rubare uno dei capolavori ma appena cercheranno di portare a termine la loro missione, si renderanno conto che ci sono molte cose dell’artista che non conoscono, che nulla di quel personaggio e della loro missione è ciò che sembra.e che, in realtà, tutto deve essere letto secondo un’altra prospettiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X