facebook rss

Primo giorno di scuola, il sindaco
ai più piccoli: «Tutto è una scoperta
Non temete di farla»

ANCONA - Il primo cittadino e altri amministratori hanno fatto il canonico giro delle scuole per il saluto agli studenti
lunedì 16 Settembre 2019 - Ore 14:10
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Mancinelli a scuola

 

Come ogni anno scolastico, il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli ha inviato un augurio ai più piccoli, i remigini, che si apprestano ad entrare nel mondo della scuola. Questa mattina, il primo cittadino e altri amministratori hanno salutato gli studenti di alcuni plessi cittadini. Il giro è iniziato alle 8,30 con le scuole Sabin e Savio e a seguire i Nidi Orsacchiotto e Chicco di grano di  via Torrioni e le scuole Faiani e Garibaldi di via Oberdan. Si è concluso alle 12,30 con la scuola De Amicis di corso Amendola.  Questo il messaggio del primo cittadino: «Care bambine e cari bambini, entrando nella vostra scuola siete come tanti astronauti che iniziano a navigare in un universo fatto di soli luminosi, pianeti colorati, satelliti, stelle, stelle comete. Guardatevi attorno: siete tantissimi, ancora non vi conoscete tutti, ma presto vi riconoscerete. Siete tutti diversi, eppure tutti assieme, e con voi ci sono gli insegnanti, questi strani adulti che amano così tanto quello che insegnano da volerlo raccontare a voi ogni anno, e che alla fine lo fanno perché amano voi. Come gli astronauti, dovete essere pronti ad imparare tante cose, molte delle quali non vi aspettavate. Imparerete dagli insegnanti e dai libri, dalle immagini e dalle parole, e anche voi insegnerete, perché anche voi siete parte della scuola adesso, e nella scuola tutti imparano, e tutti insegnano allo stesso tempo. Immaginate di navigare in questo universo, sorprendetevi delle grandi cose così come delle piccole, del pianeta enorme così come del pulviscolo che sembra voglia entrare nella vostra tuta da astronauta: tutto è una scoperta e non temete di farla perché il mondo è meraviglioso. Ed è meraviglioso perché voi, e tanti altri bambini come voi, possono oggi iniziare a cambiarlo».

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X