facebook rss

Bivacchi in una casa in ristrutturazione:
la Polizia locale allontana due 22enni

FALCONARA – Dopo il caso di occupazione abusiva segnalato dai residenti, sono state sigillate porte e finestre dell’immobile di via Flaminia per evitare nuove intrusioni
Print Friendly, PDF & Email

L’immobile di via Flaminia occupato abusivamente

 

Si erano introdotti abusivamente un’abitazione in via di ristrutturazione senza acqua, luce né gas. Sono stati allontanati dalla polizia locale di Falconara due 22enni del Ciad, entrambi senza fissa dimora, che da alcuni giorni si erano accampati in un edificio di via Flaminia 614, limitrofo all’area che un tempo ospitava la storica officina autorizzata Alfa Romeo. Gli agenti del comando falconarese sono intervenuti per un controllo attorno alle 9.30 di lunedì 16 dicembre dopo che, nei giorni precedenti, avevano eseguito una prima ricognizione su richiesta dei residenti. Gli abitanti della zona avevano infatti notato due ragazzi mentre scardinavano una persiana. Quel giorno, durante il sopralluogo, all’interno dell’edificio non era stato trovato nessuno, ma alla luce della segnalazione il Comando falconarese aveva contattato la proprietà dell’edificio, per chiedere che porte e finestre venissero murate per evitare intrusioni. L’immobile, che si sviluppa su due piani nella zona nord del centro, tra via Flaminia e via Bixio, apparteneva a un’impresa di costruzioni, fallita prima di completare la ristrutturazione. Il curatore fallimentare si è presentato proprio lunedì con gli operai per chiudere gli accessi, ma prima di eseguire i lavori ha chiesto un ulteriore controllo della polizia locale, che ha individuato i due giovani ancora addormentati in un locale al primo piano. Entrambi i 22enni saranno denunciati per invasione di edificio dopo la querela del curatore fallimentare, che ha già manifestato l’intenzione di procedere in tal senso. Nel frattempo l’edificio è stato già sigillato: porte e finestre sono state in parte murate, in parte sbarrate con assi di legno per impedire nuove occupazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X