facebook rss

Charlemagne Metonyekpon
sul ring per la semifinale
del Trofeo delle Cinture 2019

BOXE - Domenica prossima la grande sfida al Pala Dionigi Montecchio del pugile 24enne fidardense portabandiera dei colori marchigiani contro il campano Sabatino Sirica. «Sono pronto. Il mio sogno più grande? Il titolo mondiale» confida il fuoriclasse dei pesi leggeri
Print Friendly, PDF & Email


Charlemagne Metonykpon con i suoi coach: a sinistra Daniele Marra e a destra Andrea Gabbanelli

 

Domenica prossima, 22 dicembre, alle ore 16, presso il Pala Dionigi di Montecchio si disputerà la semifinale dei pesi leggeri per l’ascesa alla conquista del prestigioso Trofeo delle Cinture WBC-FPI 2019 tra i pugili professionisti Charlemagne Metonyekpon (Marche) e Sabatino Sirica (Campania). Match di 6 round da tre minuti ciascuno il cui vincitore volerà direttamente in finale. L’evento è stato organizzato dal maestro Joe Bulemì dell’ ASD Fighting Boxing Miami di Fano in collaborazione con la Nike Fermo e l’ADS Audax Boxe Club Metauro. Sabatino Sirica 29 anni, salernitano, con 40 match disputati da dilettante di cui più della metà vinti, darà del filo da torcere al fidardense Charlemagne Metonyekpon, 24 anni, con un bagaglio di esperienza di 80 match disputati da dilettante di cui oltre la metà vinti, e reduce ultimamente da due vittorie da professionista di cui una per KOT. Il ring sarà allestito al Pala Dionigi di via Mazzini 20 a Montecchio e all’evento, curato nei particolari dal tecnico federale Joe Bulemì non nuovo ad organizzare straordinari spettacoli pugilistici, è prevista la presenza eccezionale del Campione del Mondo dei pesi medi Patrizio Sumbu Kalambay.

Charlie Metonykpon

Charlemagne Metonyekpon, meglio conosciuto come Charly, italiano, dalle origini del Benin è residente a Castelfidardo dove da sempre viene seguito ed allenato dai maestri Andrea Gabbanelli e Daniele Marra della palestra Boxing Club Castelfidardo. Si sta preparando al meglio per il match. «Non posso di certo svelare i dettagli della preparazione di ogni match.- commenta- La boxe è uno sport singolare che richiede un impegno altrettanto singolare per ciascun incontro. Posso darti uno spoiler: versatilità». Il campione oltre ad un palmares di tutto rispetto racconta di custodire tanti bei ricordi degli incontri sul ring:«Mi sono tolto talmente tante soddisfazioni nella mia modesta carriera che non saprei descrivere un singolo ricordo bello. Ovviamente direi la finale dei campionati italiani 2017, ma devo ammettere che nel mezzo ci sono stati molti altri match di altrettanto valore». Un professionista  con la giusta caratura per entrare nell’olimpo della boxe italiana «Nel prossimo futuro – confida- mi vedo con il titolo italiano. Ovviamente il sogno più grande è il titolo mondiale». Appuntamento quindi a Montecchio, in provincia di Pesaro-Urbino domenica 22 dicembre alle ore 16.

Charly vince in sei round e si conferma re dei pesi leggeri

Charly ‘il Terribile’ espugna il ring di Vallefoglia

Charly Metonyekpon leggendario: vince per Ko tecnico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X