facebook rss

«E’ ex dipendente di Unioncamere
l’indagato della procura di Roma»

ANCONA - L'uomo ora è in pensione, l'inchiesta riguarda presunti episodi di corruzione e l'accesso abusivo a sistemi informatici
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

È un ex dipendente di Unioncamere Marche l’indagato dalla Guardia di finanza di Roma nell’ambito di una inchiesta che riguarda presunti episodi di corruzione e accessi abusivi alle banche dati per fornire a società informazioni riservate. A chiarire che non è un dipendente della Camera di commercio, come era emerso ieri, è lo stesso ente che precisa: «non ci sono dipendenti camerali tra gli indagati:  la persona coinvolta nei fatti descritti ed  erroneamente indicata come tale ha già da tempo, per collocazione in pensionamento, cessato la propria attività lavorativa che peraltro non prestava alle dipendenze della Camera di Commercio ma per l’Unioncamere Marche (struttura associativa regionale non più esistente ma che lo era all’epoca dei fatti oggetto della notizia di notizia)». Fatti che risalgono al 2013. Il Tribunale di Ancona, in seguito alle indagini della Finanza, ha emesso 12 misure cautelari, alcune ai domiciliari, altre sono interdizioni dal pubblico ufficio, e due sono interdizioni dall’esercizio dell’attività imprenditoriale.

Corruzione e accessi illeciti a banche dati: sospeso dipendente della Camera di commercio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X