facebook rss

Autostrada A14, ecco come ottenere
i rimborsi dei pedaggi in caso di code

VIABILITA’ - Lo ha reso noto "Autostrade per l’Italia", specificando i giorni, gli orari e le tratte per cui saranno riconosciuti. L’entità dell’importo sarà determinato sulla base della velocità media. Fino ad oggi pomeriggio, domenica 5 gennaio, nel tratto piceno-fermano la coda non ha superato i 3 km
Print Friendly, PDF & Email

Il controesodo viaggia con una media di tre chilometri di coda sull’autostrada A14, nel tratto piceno e fermano in direzione nord, nel pomeriggio di oggi, domenica 5 gennaio. Nulla a che vedere con quanto accaduto prima di Natale per il momento. Nel frattempo Autostrade per l’Italia ha reso noti i criteri per richiedere il rimborso dei pedaggi, in caso di code significative che si registreranno durante le giornate del 5, 6 e 7 gennaio, annunciato ieri 4 gennaio.

«In particolare – precisa la Società – è possibile presentare la richiesta per i transiti avvenuti tra le ore 12 di domenica 5 gennaio e le ore 10 di martedì 7 gennaio. Il rimborso sarà riferito al pedaggio corrisposto per la porzione di tratta percorsa tra Vasto Nord e Porto Sant’Elpidio verso Ancona. Sarà pari al 100% dell’importo se la velocità media registrata dai sensori presenti su strada, nella fasce orarie in cui è avvenuto il transito, risulterà inferiore ai 50 chilometri orari, oppure  del 50% se inferiore a 60 chilometri orari. Tali soglie sono state fissate in considerazione delle velocità medie registrate nei giorni omologhi di anni precedenti in assenza di restringimenti per lavori, risultate pari a circa 70 chilometri orari».

La richiesta di rimborso potrà essere inviata alla casella di posta elettronica [email protected] «Gli utenti  che pagano tramite contanti – continua Autostrade – sono invitati a richiedere la ricevuta al momento del pagamento, da allegare alla richiesta di rimborso in cui indicare anche il numero di targa del veicolo. Per coloro che usano Telepass o carte sarà sufficiente comunicare il numero del titolo. Il rimborso verrà disposto tramite bonifico bancario».

Nel frattempo, in accordo con le Prefetture dei territori interessati dai restringimenti di carreggiata, è stato potenziato il numero di uomini e mezzi della Polizia Stradale ed è stato disposto anche un presidio permanente della Protezione Civile.

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page