facebook rss

Relegato ai domiciliari,
invita a casa ‘cattive compagnie’:
35enne finisce in carcere

ANCONA - In casa dell'uomo sono state sorprese più volte persone pregiudicate. Motivo per cui, il Tribunale di Sorveglianza ha disposto il trasferimento a Montacuto
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Dai domiciliari al carcere per le violazioni delle prescrizioni imposte dall’autorità giudiziaria. A Montacuto c’è finito un uomo di 35 anni residente a Falconara.  Agli arresti domiciliari dallo scorso aprile per reati contro il patrimonio, era stato ammesso alla misura meno afflittiva nel suo appartamento, dove conviveva in compagnia di una donna, una 45enne rom da tempo residente nel comune di Falconara. Italiano, 35enne, è stato più volte sorpreso dai carabinieri della locale Tenenza – all’interno dell’appartamento presso cui scontava la misura – in compagnia di soggetti gravati da precedenti, circostanza dalla quale doveva categoricamente astenersi, così come prescritto dal tribunale. Così, in seguito alla nota inviata dai militari, il giudice a ne ha prontamente ordinato l’immediata collocazione a Montacuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X