facebook rss

Maxi inchiesta su Aerdorica, l’Ugl:
«Pronti a costituirci parte civile
I lavoratori vogliono aiutare la procura»

ANCONA – Il sindacato che rappresenta la maggior parte dei dipendenti della società, affiancato dall'avvocato Canafoglia, interviene sullo scandalo giudiziario che ha scosso aeroporto e Regione: «Ci riserviamo di chiedere alla Procura di essere sentiti quali persone informate sui fatti per dare il nostro contributo alle indagini»
Print Friendly, PDF & Email

La conferenza dell’Ugl

 

di Martina Marinangeli

«La Procura ha finalmente alzato il velo che copriva una situazione grave. Ci costituiremo parte civile in caso di processo e ci riserviamo di chiedere di essere sentiti quali persone informate sui fatti per dare il nostro contributo alle indagini». Non girano intorno alla questione l’avvocato Corrado Canafoglia ed il segretario regionale dell’Ugl Renzo Talacchia, che sono così intervenuti sulla maxi inchiesta su Aerdorica che vede indagate per peculato in concorso e continuato 77 persone, componenti di quattro giunte regionali compresa quella attuale, dirigenti e funzionari regionali, ex presidenti e componenti di precedenti Cda. «Non sono stati i dipendenti a mandare a male Aerdorica, nonostante per anni abbiano dovuto subire tagli stipendiali, riduzioni di personale ed in ultima, il 27 dicembre, sia stata aperta la procedura di licenziamento collettivo per 23 persone – rincara la dose Canafoglia – vogliamo un segno di discontinuità rispetto alle precedenti gestioni e che la Regione rispetti i patti presi con l’attuale proprietà, la Njord Partners, sugli incentivi per l’attivazione di nuove rotte e sulla ricollocazione di eventuali esuberi». Una stoccata la riserva poi all’intero arco politico: «è un’indagine della Procura, non della politica. Se avessero davvero voluto fare qualcosa, avrebbero già potuto farlo, ad esempio portando gli atti della Commissione d’inchiesta alla magistratura. Inoltre, stigmatizziamo che le indagini della Commissione si siano fermate al 2015. Siamo contenti che ci sia chi indaga su finanziamenti pubblici erogati ad una società che è stata sempre in perdita, debiti accumulati non certo per colpa dei dipendenti. La politica avrebbe dovuto farlo da un pezzo».

Maxi inchiesta per peculato: nel mirino i finanziamenti per risollevare Aerdorica

La parabola di Aerdorica: dal boom durante la guerra nei Balcani al baratro del fallimento

Maxi inchiesta su Aerdorica e Regione, Ceriscioli difende la sua giunta: «Abbiamo salvato l’aeroporto»

Peculato, maxi inchiesta in Regione 77 indagati: coinvolte le giunte Ceriscioli, Spacca e D’Ambrosio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X