facebook rss

Ritrovati sette cuccioli abbandonati
in strada

FALCONARA - I piccoli erano stati stipati in una cassetta in plastica, di quelle utilizzate per trasportare la verdura, con sopra un materassino in gomma per la ginnastica
Print Friendly, PDF & Email

I cani ritrovati dagli agenti

 

Abbandonati vicino a un condominio, in pieno centro, sono stati presi in custodia dalla polizia locale di Falconara sette cagnolini di poche settimane di vita. Il ritrovamento è avvenuto nella mattinata di oggi, , attorno alle 10,30, quando una donna ha contattato il comando falconarese per segnalare la presenza dei cuccioli. I piccoli erano stati stipati in una cassetta in plastica, di quelle utilizzate per trasportare la verdura, con sopra un materassino in gomma per la ginnastica. Sono stati i guaiti dei cuccioli ad attirare l’attenzione. Gli agenti della polizia locale hanno subito raggiunto via Leopardi, dove è avvenuto il ritrovamento, per prelevare la cucciolata e hanno contattato il servizio veterinario dell’Asur, che già in mattinata l’ha presa in carico. I cagnolini saranno visitati, curati e sarà inserito loro il microchip prima di essere accompagnati in un canile autorizzato per essere adottati. Stando a una prima visita dei veterinari i cuccioli, quattro maschi e tre femmine, hanno tra le quattro e le sei settimane e sono meticci.  Quello di questa mattina è l’ultimo di una serie di interventi del Comando falconarese a tutela degli animali d’affezione. Nel pomeriggio di lunedì scorso, 27 gennaio, gli agenti hanno soccorso un cane che, fuggito dalla casa del proprietario, era finito in mezzo alla strada ed era stato urtato da un’auto. I vigili, durante il pattugliamento del territorio, hanno visto il cane uscire di corsa dal portone di un condominio e attraversare la carreggiata. L’automobilista, che viaggiava a velocità moderata, ha subito frenato ma non è riuscita a evitare l’impatto. Il cane per fortuna non aveva subito ferite evidenti e gli agenti hanno rintracciato il proprietario, un sessantenne falconarese che è stato sanzionato per 50 euro per non aver adottato tutte le cautele per evitare la fuga dell’animale. L’uomo è stato diffidato a far visitare il cane da un veterinario e nel tardo pomeriggio gli agenti sono tornati nella sua casa per assicurarsi che l’animale stesse bene. E’ stata invece di 250 euro la sanzione per un proprietario che non aveva fatto applicare il microchip al suo cane. L’animale, un meticcio di taglia piccola, era stato ritrovato da una pattuglia nella mattinata di giovedì 30 gennaio, attorno alle 11.30, lungo via del Consorzio su segnalazione di una donna. In assenza del microchip gli agenti non sono stati in grado di risalire al proprietario. Solo alle 13 l’uomo si è presentato al comando di polizia locale, dove gli è stata contestata la violazione. Oltre alla sanzione, il proprietario ha ricevuto un’intimazione a provvedere entro cinque giorni a inserire il microchip.

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page