facebook rss

Accusa un malore al bar,
ma riesce a chiedere aiuto
prima di perdere i sensi

ANCONA - L'uomo, un 60enne di Monte San Giusto, ha attirato l'attenzione su di sè riuscendo a fare un veloce segnale dalla vetrina del locale, rivolto a un militare del Norm che stava passando lungo la strada
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Era a pranzo da solo, all’interno di un bar lungo via Conca, quando intorno alle 14 di oggi ha accusato un malore improvviso e, la prima cosa che ha fatto nel notare un carabiniere del Norm fermo sulla strada con un collega per effettuare dei controlli, è stata quella di attirare la propria attenzione dalla vetrina, facendo un cenno con la mano che non è sfuggito al militare. Senza chiedersi troppi ‘perché’, il carabiniere è subito entrato nel locale per poi avvicinarsi all’uomo e capire di cosa avesse bisogno. L’uomo, un 60enne di Monte San Giusto, ha avuto solo il tempo di stringersi il pugno sul petto e dire con un filo di voce che si sentiva male e che temeva di avere un infarto in corso. Il carabiniere del Radiomobile ha subito notato, a pochi tavoli di distanza, due volontari della Croce Gialla di Camerano che si trovavano lì in pausa pranzo. Dopo averli chiamati per farli avvicinare, mentre il militare cercava di tranquillizzare l’uomo, i due soccorritori hanno provveduto a verificarne i parametri di salute. Nel frattempo l’anziano aveva iniziato però a perdere i sensi. La situazione si è fatta dunque critica e l’uomo è stato immediatamente caricato nell’ambulanza parcheggiata all’esterno. A sirene spiegate e con la staffetta dei carabinieri, in meno di un minuto il 60enne è arrivato scortato dall’Arma al vicino pronto soccorso. Affidato alle cure del personale medico e infermieristico del nosocomio di Torrette, è stato subito trasferito in sala emergenza dove si è successivamente ripreso. Le sue condizioni sono successivamente migliorate.

(Al. Big.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X