facebook rss

Boato nella notte, assalto al bancomat
Colpo grosso alle Poste

SERRA DE' CONTI -Fatto esplodere il dispositivo dell'Ufficio postale di corso Roma. I banditi hanno utilizzato la tecnica della marmotta, il bottino da quantificare con esattezza si aggira tra i 50 e i 60mila euro
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri della Compagnia di Jesi (foto di repertorio)

 

di Talita Frezzi

Ladri in azione nella notte a Serra de’ Conti. I malviventi, utilizzando la tecnica della marmotta, hanno fatto esplodere lo sportello bancomat dell’ufficio postale in corso Roma, al civico 7. Il colpo è avvenuto verso le 3 di notte, e la deflagrazione ha svegliato i residenti. I banditi hanno caricato l’acetilene e dopo aver infilato la “marmotta” nell’ingresso dell’ufficio postale, lo hanno fatto esplodere. La deflagrazione ha fatto saltare lo sportello e i banditi sono scappati via col bottino. Secondo una primissima stima, ma è ancora da quantificare con esattezza, si parla di un bottino che oscilla tra i 50.000 e i 60.000 euro. Un colpo lampo, avvenuto in una manciata di minuti e messo a segno da almeno tre-quattro persone. I carabinieri della Compagnia di Jesi e della stazione di Serra de’ Conti stanno lavorando nel più stretto riserbo per far luce sui dettagli dell’assalto notturno. Secondo una prima ricostruzione,  sembra che i banditi prima abbiano bloccato il corso un furgone rubato e poi siano entrati in azione armati anche di pistole (non è stato chiarito dagli inquirenti se si sia trattato di armi giocattolo prive del tappo rosso o pistole vere). Hanno arraffato i soldi e sono scappati a bordo di un’auto di colore scura. I militari hanno provato a inseguirli, ma la banda è riuscita a far perdere le proprie tracce. E se quella tremenda deflagrazione ha svegliato i residenti del centro, chi si è affacciato alle finestre per vedere cosa stesse accadendo sembra sia stato minacciato dai banditi con le armi. Al vaglio degli inquirenti, le telecamere di videosorveglianza dell’ufficio postale e le testimonianze di alcuni residenti. Serra de’ Conti non era mai stata presa di mira dalla banda dei bancomat. Gli inquirenti stanno confrontando anche il modus operandi degli altri colpi messi a segno ai bancomat del territorio in questo periodo.

(aggiornamento delle 19)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X