facebook rss

Tubo rotto: emergenza risolta
La causa dei disagi?
«Un difetto di fabbricazione»

ANCONA - Le prove di carico della nuova tubazione sono state superate e il tratto di strada che si era sbriciolato è stato asfaltato. Per VivaServizi il problema sarebbe da ravvisare nella qualità del pezzo danneggiato
Print Friendly, PDF & Email

L’asfaltatura

 

«In corrispondenza della rottura della condotta in ghisa sferoidale che ha avuto un cedimento strutturale nella notte tra giovedì e venerdì, VivaServizi in mattinata ha sovrinteso alle prove di carico a seguito della sostituzione e del conseguente interramento del tubo e quindi all’asfaltatura del tratto stradale interessato. Con questo ultimo intervento l’episodio si può dire concluso». A dirlo è Moreno Clementi, direttore di VivaServizi Spa. «Ringrazio tutti i nostri tecnici coordinati dall’ingegner Andrea De Angelis per il tempestivo intervento che ha consentito di contenere i disagi ai cittadini, evitato una dispersione di acqua potabile che, per la tipologia di rottura avrebbe potuto essere ben più significativo, assistito i cittadini in difficoltà e restituito la completa disponibilità di acqua già dalle ore 17. Ringrazio anche i vigili del fuoco e la protezione civile oltre al personale del Comune di Ancona che hanno offerto un’importante collaborazione». I tecnici di VivaServizi Spa, estratto il tubo rotto, hanno effettuato le necessarie ispezioni e appurato che «è sempre più probabile che si sia trattato di un difetto di fabbricazione del tubo in ghisa sferoidale – spiega Clementi – In occasione della precedente rottura nel medesimo punto circa 10 anni fa, procedemmo d’urgenza al reperimento del pezzo. Evidentemente la qualità del pezzo non era all’altezza degli standard e per noi era impossibile stabilirlo». Per Viva Servizi si è trattato di una fatalità che non era in nessuna maniera ipotizzabile. «Da domani – conclude Clementi – riprenderemo la nostra normale attività di verifica, manutenzione, sostituzione e rinnovamento della rete idrica potabile eseguendo lavori per oltre 12 milioni di euro per il 2020 mentre circa ulteriori 10 milioni di euro sono destinati alla rete fognaria».

Centro inaccessibile e autobotti per il guasto alla condotta: dodici ore di disagi (Foto/video)

Rubinetti a secco, Berardinelli (Fi): «Mancanza di prevenzione» VivaServizi: «12 milioni di investimenti»

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page