facebook rss

Cna Industria: «Pronti allo stop
ma bisogna lavorare a un patto sociale»

ECONOMIA - Emanuela Pulcinelli, comitato Cna Industria e membro della presidenza Cna Territoriale di Ancona: «Il dopo sarà difficilissimo per tutti ma dobbiamo far sì che ci sia un domani»
Print Friendly, PDF & Email

Emanuela Pulcinelli, Cna Industria

 

«La situazione è drammatica sotto ogni punto di vista, ma siamo consapevoli che senza questo stop si andrebbe al collasso del sistema tutto. Fermarsi due settimane ora per fermare questa emorragia di contagi e decessi, mettendo al primo posto il lavoro emergenziale per il Paese». Sono le parole di Emanuela Pulcinelli, del comitato Cna Industria e membro della presidenza Cna Territoriale di Ancona che spiega di essere «pronti a fermarci per il bene di tutti. Ma serve un grande patto sociale per il futuro».
Il messaggio di Cna Industria è forte e chiaro: «la tutela della salute viene prima di tutto». Una scelta di responsabilità per gli industriali di Cna Ancona «che porta con sé la profonda consapevolezza sia dell’importante crisi sanitaria che stiamo attraversando – prosegue – sia dell’ugualmente preoccupante baratro economico verso il quale l’intero territorio sta precipitando. Una scelta importate che porta con sé pesanti conseguenze economiche. Ma necessaria. E lo sguardo non può che essere al domani. La nostra responsabilità di imprenditori si carica ancora di maggiori oneri – continua l’imprenditrice -. Il dopo sarà difficilissimo per tutti ma dobbiamo far sì che ci sia un domani. Occorrerà in fretta – conclude – un grande lavoro per dar vita ad un nuovo grande patto sociale tra grandi e piccole imprese del territorio per incrementare il più velocemente possibile la ripresa».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page