facebook rss

«Sconfiggeremo il nemico invisibile»
Atterrati i rinforzi ucraini
destinati a Marche Nord

IL CONTINGENTE di medici e infermieri che presterà servizio negli ospedali di Pesaro e Urbino è arrivato a Pratica di Mare, accolto dal ministro Di Maio e dall'assessore regionale Sciapichetti
Print Friendly, PDF & Email

Il contingente ucraino

 

E’ atterrato questo primo pomeriggio a Pratica di Mare l’aereo con a bordo medici e infermieri che verranno impiegati negli ospedali di Marche Nord per far fronte all’emergenza Covid. Ad accogliere il contingente, il ministro degli Esteri Luigi di Maio e dall’assessore regionale Angelo Sciapichetti. C’era anche il dottor Gabriele Galli di ARES Marche con funzione di Liaison officer.  In seguito alle richieste presentate dalla Regione, alle Marche sono stati destinati 13 medici (7 anestesisti, un infettivologo, 5 internisti) e 7 infermieri (3 di terapia intensiva, 4 non intensiva). Questo contingente di professionisti sarà inviato nella provincia di Pesaro, a supporto degli ospedali di Marche Nord e di Urbino. Sciapichetti ha portato il ringraziamento del presidente Ceriscioli e di tutta la regione Marche al ministro degli Esteri Di Maio, all’Ucraina e alla delegazione arrivata in Italia. Il messaggio dell’ambasciata ucraina in Italia:  «Sin dai primi giorni dell’epidemia di Coronavirus in Italia, l’Ucraina ha vissuto come proprio il dolore degli ammalati, delle famiglie delle numerose vittime e la complicata situazione epidemiologica nel Paese amico, seconda casa per molti dei nostri concittadini ucraini. A seguito della conversazione telefonica tra il Presidente d’Ucraina Volodymyr Zelenskyy e il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, il Capo dello Stato Ucraino ha seguito personalmente la preparazione degli aiuti umanitari principalmente destinati alle Marche e in particolare alla orovincia di Pesaro. Su iniziativa del Ministro degli Esteri Dmytro Kuleba e del Ministro degli Interni Arsen Avakov, in concerto con gli esperti del Ministero della Salute d’Ucraina, è stato programmato un piano di assistenza sanitaria che si svolgerà in più fasi, e che vede la donazione di strumenti di assistenza necessari ed efficaci per l’Italia in questo difficile momento. Oggi un gruppo degli specialisti in terapia intensiva arrivano in Italia, mentre la settimana prossima arriveranno i disinfettanti e i dispositivi di protezione individuale. Inoltre, l’Ucraina si è resa disponibile a fornire elicotteri speciali laddove ci fosse necessità di evacuazione di pazienti residenti in località di montagna difficili da raggiungere. Siamo convinti che gli sforzi congiunti dei medici ucraini e dei loro colleghi italiani non solo aiuteranno a sconfiggere il nemico invisibile, ma saranno anche un esempio efficace della cooperazione bilaterale per il superamento delle sfide comuni. Cari amici italiani l’Ucraina è con voi in questo momento difficile!»



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X