facebook rss

La consulenza dermatologica è sul web:
parte InrcaDermOnline

ANCONA - Si tratta di un servizio gratuito online con finalità di ascolto, supporto ed orientamento verso il percorso diagnostico-terapeutico più corretto
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso dell’Inrca

 

L’emergenza sanitaria conseguente alla pandemia da Covid-19 apre anche per la Dermatologia dell’Inrca nuovi scenari e comporta la necessità di adottare ulteriori modelli organizzativi.  In un momento in cui il distanziamento sociale è ormai parte integrante e strategica dei nostri comportamenti quotidiani, la Dermatologia diretta dal dottor Carlo Cota vuole entrare virtualmente in contatto con la popolazione attraverso “INRCADermOnline”, un servizio gratuito di consulenza dermatologica online con finalità di ascolto, supporto ed orientamento verso il percorso diagnostico-terapeutico più corretto. A tale servizio si accede dalla home page del sito internet www.inrca.it . Tale piattaforma è in corso di attivazione anche per la Dermatologia dell’Istituto presso il POR di Fermo con il dottor Lorenzo Morresi. E’ a disposizione di  nuovi utenti che presentano una problematica dermatologica e che necessitano di un primo colloquio, di orientamento ed inquadramento;  pazienti già seguiti dalla Dermatologia Inrca e che devono proseguire una terapia impostata; pazienti valutati da altri specialisti con una indicazione alla asportazione chirurgica della lesione individuata, per approfondimento ed eventuale orientamento.
Dal punto di vista operativo,  l’utente dovrà fornire alcune informazioni relative alla sua problematica dermatologica, allegando la documentazione fotografica includendo una o più foto della lesione/i ed una foto dell’area del corpo coinvolta, eseguite con una buona illuminazione possibilmente naturale. Il dermatologo  limitatamente e compatibilmente alla completezza delle informazioni e alla qualità delle immagini ricevute, proporrà, nell’arco di 72 ore lavorative, la propria valutazione prospettando l’eventuale iter diagnostico-terapeutico successivo. Se necessario, l’utente potrà essere contattato direttamente (via mail o via telefono) dallo specialista  con la possibilità di programmare una visita presso la struttura a completamento dell’attività di consulenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X