facebook rss

Falconara, presentate 500 domande
per ottenere i buoni spesa

EMERGENZA - C'è ancora tempo per fare richiesta. I primi ticket sono già stati consegnati
Print Friendly, PDF & Email

 

Sono circa 500 le domande pervenute al Comune di Falconara per l’erogazione dei Buoni Spesa, destinati ai cittadini e alle famiglie che risentono maggiormente della crisi economica dovuta all’emergenza sanitaria. I Servizi sociali del Comune ha già valutato la metà delle richieste e giovedì è partita la consegna dei primi ticket, stampati in tagli da 50 euro, da parte dei volontari del gruppo comunale di Protezione civile. C’è ancora tempo per presentare domanda.
Per accedere le famiglie devono essere residenti a Falconara. Ogni nucleo beneficiario non deve avere più di 5mila euro di risparmi immediatamente disponibili (in conti correnti, conti postali, libretti). Le istruzioni per ottenere i buoni spesa comunali sono pubblicate sul sito istituzionale del Comune di Falconara (www.comune.falconara-marittima.an.it), dove gli utenti possono leggere l’avviso con le istruzioni per presentare domanda e il modulo da compilare. Sullo stesso sito è pubblicato l’elenco, in continuo aggiornamento, dei negozi in cui sarà possibile utilizzare i buoni. I soggetti che vedono accolta la domanda per i buoni spesa sono subito contattati dagli assistenti sociali, mentre in caso di non ammissione delle domande i richiedenti ricevono una comunicazione via email.
I contributi vanno da 150 a 400 euro, in base ai componenti del nucleo familiare, da una a sei persone e oltre.
Gli aiuti sono garantiti attraverso l’incremento del fondo di solidarietà riconosciuto dall’ordinanza della Protezione civile del 29 marzo. L’importo assegnato dal Governo all’amministrazione comunale falconarese è di 137.342,42 euro ed è destinato ai cittadini per acquistare generi di prima necessità. Contemporaneamente il Comune sta seguendo 183 persone con il servizio di spesa, pasti e farmaci a domicilio, rivolto agli over 70 che non hanno una rete familiare, alle persone con particolari patologie cui è sconsigliato uscire e ai soggetti in isolamento. Sono invece 50 le famiglie raggiunte con l’iniziativa della spesa solidale, che ha visto i volontari del gruppo comunale di protezione civile consegnare i beni di prima necessità donati dai cittadini nei supermercati di Falconara. «In questa situazione abbiamo agito con la massima tempestività – dice il sindaco Stefania Signorini – per dare risposte immediate alle emergenze. Ci siamo riusciti grazie al grande impegno del personale dei Servizi sociali e al prezioso supporto della protezione civile, che oltre a curare la consegna dei buoni spesa sta portando avanti tante attività a partire da quella della spesa solidale, in collaborazione con il Circolo Quercetti. Ringrazio entrambi per il lavoro in prima linea a servizio delle persone in difficoltà. Un ringraziamento speciale va anche ai cittadini e alle aziende che hanno aderito all’iniziativa della spesa solidale, un modo per far sentire la vicinanza di tutta la comunità a quanti risentono in modo più grave di questa emergenza».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X