facebook rss

Ubriaco, fugge al posto di controllo
e si schianta contro le auto in sosta:
aveva bevuto per la Pasqua ortodossa

FALCONARA - Protagonista un 33enne croato, rintracciato in via Bixio dagli agenti della polizia locale e dai carabinieri. Aveva un tasso di alcol nel sangue tre volte superiore a quanto consentito, dopo aver alzato il gomito per i festeggiamenti
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio dei controlli a Falconara

 

Ubriaco al volante dopo aver festeggiato la Pasqua ortodossa. Il protagonista è un 33enne croato domiciliato a Falconara Marittima che, dopo aver brindato a lungo durante il pomeriggio di ieri, ha ben pensato di mettersi alla guida della sua autovettura per acquistare altre birre.
Durante il tragitto però, l’uomo si è imbattuto in un posto di controllo della Polizia Locale di Falconara Marittima che gli ha intimato l’alt.  Con una brusca manovra, l’uomo al volante si è dileguato proseguendo la sua marcia senza alcun ripensamento. L’uomo in un primo momento, ha fatto perdere le sue tracce nelle vie del centro di Falconara Marittima ma, per sua sfortuna, a pochi metri di distanza c’erano due pattuglie di carabinieri della locale Tenenza che, grazie alle indicazioni ricevute dagli agenti, si sono messe alla ricerca del fuggitivo. In pochissimi istanti, le pattuglie  hanno rintracciato congiuntamente l’uomo che ha cercato maldestramente di nascondersi in via Bixio. Durante il controllo, gli agenti si sono subito accorti che qualcosa non andava, infatti l’uomo, oltre ad avere la camicia ancora sporca di vino, aveva un marcato alito alcolico e pareva non rendersi conto di quello che aveva appena combinato: nel vano tentativo di sfuggire ai controlli, l’uomo aveva anche danneggiato diverse autovetture in sosta nel tragitto percorso durante la fuga.  L’immediato accertamento del tasso alcolemico ha permesso di constatare che il fuggiasco aveva superato il limite consentito dalla legge di ben 3 volte. L’uomo è stato quindi denunciato per guida in stato di ebrezza. A suo carico, poi, sono state elevate sanzioni per diverse centinaia di euro per via delle infrazioni al Codice della Strada e rischia persino la revoca della patente di guida. Immancabile, ovviamente, anche la contestazione della violazione amministrativa in materia di Covid-19 in quanto il suo spostamento all’interno del Comune non era affatto giustificato.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X