facebook rss

Parrucchierie e centri estetici,
Ceriscioli prova ad accorciare i tempi:
«Protocollo di massima sicurezza»

ECONOMIA - Il presidente sta valutando l'idea nata dal confronto con Giorgio Cippitelli, segretario regionale di Confartigianato per cercare di ripristinare quanto prima le attività destinate a stare chiuse un ulteriore mese
Print Friendly, PDF & Email

Luca Ceriscioli

 

Un protocollo potrebbe anticipare i tempi delle riaperture nelle Marche. In particolare a beneficiarne potrebbero essere parrucchieri ed estetisti che il decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha rinviato a giugno. La riapertura potrebbe invece avvenire il 18 maggio in regione. Non sarebbe la prima volta che le Marche si portano avanti. Dopo essere state tra le prime regioni a chiudere le scuole, ieri sono state tra le prime a permettere il take away con una ordinanza lampo del presidente. e  A dare speranza sia al settore del benessere che anche ai fedeli (potrebbero ripartire anche le messe) è il presidente Luca Ceriscioli che scrive sul suo Facebook: «Proviamo a individuare un protocollo che garantisca la massima sicurezza. Le associazioni di categoria sono d’accordo. Non faccio questioni di fughe in avanti, ma solo di sicurezza. Vogliamo verificare se è possibile accorciare i tempi». L’idea è nata in seguito a un confronto fortuito con il segretario di Confartigianato Giorgio Cippitelli.

Estetiste e parrucchieri ultimi a riaprire: «Tre mesi senza incassi E chi ci tutela dagli abusivi?»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X