facebook rss

A settembre 890 insegnanti
in pensione nelle Marche

SCUOLA - Compreso il personale Ata, le uscite attese sono 1.200. I dati dell'Ufficio scolastico regionale
Print Friendly, PDF & Email

 

A settembre andranno in pensione 890 insegnanti nelle Marche. I pensionamenti attesi in totale, comprendendo anche il personale Ata, sono 1.200. Un dato in linea con quello dell’anno scorso, quando si erano registrate 1.153 uscite (247 Ata e 906 docenti). Prima di confermarlo in ogni caso sarà l’Inps a valutare i requisiti per accedere al pensionamento. I dati sono comunicati dall’Ufficio scolastico regionale.

La categoria più interessata è quella degli insegnanti delle superiori (397 sul totale), a seguire quelli della primaria (218), secondaria di primo grado (184) e infanzia (119). C’è una differenza netta però tra docenti curricolari e di sostegno. Tra questi ultimi infatti la quota degli apiranti pensionandi non supera lo 0,14%. Dati che per l’Ufficio scolastico delle Marche «probabilmente evidenziano una differenza di carattere generazionale tra le due categorie, dovuta forse a una percezione del sostegno da parte di molti giovani insegnanti come primo gradino di accesso alla professione docente».
Guardando invece alle singole classi di concorso, nelle scuole secondarie di I grado si registrano le maggiori percentuali per insegnamenti come Italiano, storia e geografia (25,90%) e Matematica e scienze (21,69%), mentre un 16,27% dei pensionandi sono docenti di Musica. Praticamente tutti per raggiunti limiti di età o per compimento dell’anzianità massima.

Discipline letterarie e Matematica sono tra gli insegnamenti più interessati al flusso in uscita anche nelle secondarie superiori, ma con percentuali molto più basse (entrambi 8,50%), dovute al maggiore spettro di classi di concorso interessate, mentre il dato più alto riguarda gli insegnanti di Scienze motorie e sportive (11,33%). Anche qui limiti di età e anzianità massima sono le cause principali dell’“esodo” che sembra interessare lo “zoccolo duro” della classe docente. Stesso quadro per il personale Ata, tra cui spicca il dato dei collaboratori scolastici, con il 69,44% delle domande (209), seguiti a distanza dagli assistenti amministrativi con il 18,27% delle istanze presentate (55).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X