facebook rss

Campionati dilettanti,
la ripresa è utopistica

CALCIO - Il Dpcm che entrerà in vigore dal 4 maggio ha complicato ulteriormente le possibilità di ripresa dei vari tornei. Mentre ci si interroga su come comportarsi con la stagione in corso, il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti Sibilia chiede aiuto alle istituzioni: «Rischio concreto che non si riparta neanche in autunno»
Print Friendly, PDF & Email

 

Paolo Cellini, presidente Figc Marche

 

di Salvatore Mastropietro

Il nuovo decreto annunciato dal premier Giuseppe Conte, che entrerà in vigore a partire dal 4 maggio, ha ridotto al lumicino le possibilità di una ripresa dei campionati del mondo del calcio. Se per quanto riguarda i professionisti – ad esclusione della Serie C – le autorità hanno deciso di aspettare ed organizzarsi in vista di migliori sviluppi, per il mondo dilettantistico tutto ciò pare più che improbabile. Le priorità in questo momento sono chiaramente altre, ma il mondo sportivo aspetta qualche risposta. Da lunedì saranno permessi allenamenti individuali all’area aperta con adeguate misure di distanziamento, mentre dal 18 maggio potrebbe essere dato l’ok per la ripresa nei centri sportivi previa il rispetto di rigidi protocolli medici. Proprio per questo una conclusione della stagione dilettantistica in termini regolari pare più che utopia. La decisione definitiva verrà presa presumibilmente il prossimo 8 maggio quando è previsto il Consiglio Federale.

Cosimo Sibilia, presidente Lnd

In questo momento, però, agli interrogativi sul come terminare la stagione se ne aggiungono molti altri. Se ciò dovesse avvenire, come comportarsi con promozioni e retrocessioni? Nei dilettanti – si sa – la tendenza ai ricorsi e alle contestazioni delle decisioni dei vari comitati regionali è molto elevata. In mancanza di norme chiare e una disciplina precisa, il pericolo è proprio che quella tendenza si verifichi in modo esponenziale. Le ipotesi sul tavolo sono diverse: cristallizzare il tutto e premiare le prime classificate dei vari gironi, calcolare promozioni e retrocessioni sulla base della classifica del girone d’andata, utilizzare il criterio della media punti oppure annullare completamente la stagione. Non è escluso, però, che si possa lasciare la facoltà decisionale anche ai singoli comitati regionali. Un altro interrogativo è legato alle questioni economiche con un gran numero di società che potrebbero risentire pesantemente dell’effetto domino causato dalla crisi già cominciata.

Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport

Proprio per questo, il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, si è fatto portavoce della preoccupazione dell’intero movimento ai microfoni della “Domenica Sportiva”: «Ci sarebbe la possibilità di avere un importo di 400 milioni per le società dilettantistiche. Siamo un mondo che ha più di un milione di tesserati, un esercito che svolge un ruolo sociale, di aggregazione e formazione dei giovani. Il mio appello è rivolto alle autorità governative e ai ministeri affinché non ci lascino soli». Per quanto riguarda il destino dei campionati, invece, ha in sostanza confermato quanto affermato in precedenza: «Le condizioni per rispettare un protocollo come quello della Serie A al momento non ci sono. Aspettiamo un ulteriore documento, ma ormai c’è il concreto rischio che l’intero movimento non riparta neanche in autunno». Sulla stessa scia anche il presidente del Comitato Regionale Marche, Paolo Cellini, che nei giorni scorsi aveva descritto come “fantacalcistica” l’ipotesi di una ripresa dei vari tornei. Sulla questione è intervenuto anche il ministro per lo Sport e le politiche giovanili Vincenzo Spadafora: «I dilettanti – ha affermato ai microfoni della “Gazzetta Regionale” – hanno fatto sapere di volersi fermare. Oggi è impossibile fare previsioni sulla ripresa, valuteremo delle condizioni anche a livello territoriale. Nel frattempo siamo pronti per emettere i primi 27mila bonifici per i lavoratori del mondo dello sport che hanno fatto domanda alla società Sport&Salute».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X