facebook rss

Ipotesi riapertura anticipata:
«Agriturismi chiave
del rilancio turistico post Covid»

LA REAZIONE di Coldiretti Marche all'ipotetica ripresa di alcune attività il 18 maggio
Print Friendly, PDF & Email

«L’agriturismo è la carta vincente del rilancio turistico nella Fase 2 e quindi accogliamo positivamente quanto deciso dalla giunta regionale per la ripartenza nelle Marche». Sono le parole di Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche, a seguito della conferenza  relativa all’approvazione dei protocolli da attuare dal 18 maggio per quanto riguarda commercio, strutture ricettive. Per Coldiretti «in generale la riattivazione del canale ho.re.ca sarà decisiva per ridare vigore e prospettiva anche a tutta la filiera agroalimentare del territorio». Sugli agriturismi, in particolare, c’è stato fin dalle prime battute un forte pressing da parte di Coldiretti perché, prosegue la presidente Gardoni, «le strutture agrituristiche sono oggi più indispensabili che mai per garantire la fruibilità del nuovo modello di turismo: fatto di spazi ampi, all’aperto, legato al cibo e al territorio, rispettoso dell’ambiente, capace di valorizzare le aree interne colpite anche dal sisma».

«Bar e ristoranti aperti dal 18 maggio, plexiglass ai tavoli se necessario Chalet: un ombrellone ogni 10 mq»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X