facebook rss

‘Fabriano Scena d’Estate’:
un agosto tra teatro e musica

SPETTACOLI - Nove appuntamenti al Teatro Gentile e ai Giardini del Poio per tornare a vivere lo spettacolo dal vivo in piena sicurezza
Print Friendly, PDF & Email

Caroline Baglioni

 

 

Una vera e propria stagione estiva, Fabriano Scena d’Estate dal 31 luglio al 30 agosto offre un ricco cartellone di musica e teatro promosso dal Comune di Fabriano in collaborazione con Amat, Regione Marche, MiBact e Fabriano Pro Musica, Form, Orchestra Sinfonica Rossini, Villa Incanto. Nove appuntamenti al Teatro Gentile e ai Giardini del Poio per tornare a vivere lo spettacolo dal vivo in piena sicurezza, quale luogo esclusivamente di “contagio di emozioni”, con il rispetto di tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid previste dalla normativa vigente. «Come si sopravvive alla necessità di fare rappresentazione, qualsiasi essa sia, in un periodo in cui il fare teatro è così difficile?» si domanda Vinicio Marchioni interprete e regista di Caligola di Albert Camus il 31 luglio al Teatro Gentile. “Caligola – prosegue Marchioni – è l’occasione per indagare la necessità linguistica, la scrittura sinfonica di un testo meraviglioso e potente”.

Il 18 agosto ai Giardini del Poio l’appuntamento musicale è con Paesaggi sonori, concerto proposto dalla FormOrchestra Filarmonica Marchigiana con Simone Grizi (violino), Michele Scipioni (clarinetto), David Padella (contrabbasso), Christian Riganelli (fisarmonica) su musiche di Kurt Weill, Pedro Iturralde, Arturo Marquez, Isaac Albeniz,Astor Piazzolla, Nino Rota, Luis Bacalov. Ancora un appuntamento musicale il 20 agosto ai Giardini del Poio con la rivisitazione de Il Barbiere di Siviglia divertente opera rossiniana, messa in scena dalla compagnia d’opera Villa InCanto. Il Direttore Maestro Riccardo Serenelli dirige il Quintetto Gigli con le trascrizioni a cura di Luca Mengoni interpreti Hiroko Morita (Rosina), Carlo Giacchetta (Il Conte D’Almaviva), Giulio Boschetti (Figaro), Alessandro Battiato (Don Bartolo) e Ferruccio Finetti (Don Basilio).

Ricco il programma di quest’anno della settima edizione di FabriJazz, ancora una volta diviso tra studio, perfezionamento e occasioni live di grande spessore. L’evento ideato da Fabriano Pro Musica, in collaborazione con il Comune di Fabriano e Amat, propone il 22 agosto il primo evento live con l’esibizione del progetto Emily Dickinsong, ideato dal chitarrista Daniele Cervigni. Un progetto in bilico tra jazz e soul dove alla musica si andranno a legare gli indimenticabili versi della poetessa americana cantati. Il 23 agosto sale sul palco di FabriJazz Fabrizio Bosso, che con il suo Spirtual Trio incanterà i presenti con le musiche di un progetto attivo da oltre un decennio e sostenuto da Alberto Marsico all’organo Hammond e da Alessandro Minetto alla batteria. Il 28 agosto spazio per Pierpaolo Chiaraluce, contrabbassista fabrianese, che con il suo The Pier Jazz Fourtet propone brani estratti dall’imminente album di debutto per raccontare il cammino di un musicista che ha fatto del jazz uno stile di vita. Il 29 agosto torna in terra fabrianese il batterista di Elio e le Storie Tese Christian Meyer che, con il suo Christian Meyer Party, racconta (tra parole e soprattutto musica) il percorso artistico di un musicista. Un viaggio tra ispirazione ed analisi. Nel calendario di FabriJazz previsto anche un ciclo di Masterclass pensate per perfezione l’approccio dei musicisti a diversi ambiti del mondo musicale. Protagonisti il sassofonista americano Michael Rosen, il pianista italiano (fabrianese) Giovanni Ceccarelli ed ancora una volta Christian Meyer. Ma FabriJazz sarà anche “parola” ed umorismo, con il talk satirico condotto dall’ideatore della pagina Facebook Giovanni All’Heavy Paolo Grillo. Un viaggio ironico previsto per il prossimo 29 agosto (ore 18, Giardini del Poio, ingresso gratuito con prenotazione) per raccontare la musica ed i musicisti ai tempi dei social network. FabriJazz sarà anche “scuola di musica”, con una settimana (dal 25 al 30 agosto) di lezioni per avvicinare e perfezionare l’approccio allo strumento degli appassionati.

il teatro Gentile durante le giornate del FAI

Il 26 agosto ai Giardini del Poio risuona poi la musica immortale dei Beatles, che dagli anni ’60 dominano le classifiche di tutto il mondo, arrangiata e proposta dall’Orchestra Sinfonica Rossini e la voce solista di Clarissa Vichi. In scaletta i più grandi successi della premiata ditta Lennon – McCartney Una carrellata che spazierà da All you need is love a Let it be passando per Imagine, Twist and shout e Yesterday solo per citare alcuni dei brani che verranno proposti. Il Teatro Gentile si conferma luogo privilegiato per la creazione artistica accogliendo residenze di allestimento che vanno sotto il nome di Marche casa del teatro. Residenze d’artista, periodi di condivisione con gli artisti che mostrano al pubblico le fasi del processo creativo in forma di “cantiere aperto”, nell’ambito di Marche inVita. Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma un progetto che intende sostenere la ricostruzione per le comunità colpite dal sisma, attraverso la promozione dello spettacolo dal vivo. Il 30 agosto al Teatro Gentile Caroline Baglioni, vincitrice di Biennale College Autori Under 40, prima del prestigioso debutto alla Biennale di Venezia, mostra al pubblico in Cantiere aperto per “Il lampadario” il lavoro maturato durante la residenza.

BIGLIETTERIA – Gli orari di apertura della biglietteria Teatro Gentile (tel. 0732.3644), 29 e 30 luglio 2020 dalle 16 alle 19, 31 luglio e 30 agosto 2020 dalle ore 19. Biglietteria Giardini del Poio 339.2514408, il giorno dello spettacolo dalle ore 19. Vendita on line su www.vivaticket.com. Info su orari, biglietti e prenotazioni: www.comune.fabriano.gov.it, www.amatmarche.net, www.fabrianopromusica.it e pagina facebook FabriJazz.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X