facebook rss

Un altro week end
con le Cene Medievali,
sbandieratori e tamburini

OFFAGNA - Stasera e domani il menù proposto sulla maxi-tavolata in piazza della Contesa prevede quattro portate tipiche dell’Età di Mezzo. E' necessaria la prenotazione
Print Friendly, PDF & Email

La rocca di Offagna simbolo delle Feste Medievali

 

 

Dopo la pausa per la Disfida in Arme e l’assegnazione della trentatreesima Contesa della Crescia, vinta dal rione San Bernardino lo scorso weekend, tornano ad Offagna stasera e domani, sabato 8 agosto, le “Cene Medievali”, il nuovo format che quest’anno sostituisce la settimana tipica di rievocazioni storiche sotto la Rocca. Questa volta il menù proposto sulla maxi-tavolata in piazza della Contesa sarà quello del catering del rione Sacramento, con quattro portate tipiche dell’Età di Mezzo. La cena, al costo di 35 euro (20 per gli under 12, gratis per i bimbi fino a 5 anni, prenotazione al 3343907853) comprende anche le bevande e tutta l’animazione organizzata dal Gruppo Storico Offagna, che metterà in campo una decina di sbandieratori e altrettanti tamburini, per allietare la conviviale. Ma a differenza dello scorso weekend ci saranno anche i Carantos che si esibiranno con il fuoco, i Signo Gladis che insceneranno combattimenti d’epoca e il gruppo teatrale.

Il programma degli eventi estivi offagnesi proseguirà poi lunedì 10 agosto alle 17 con la “Visita alla Rocca con degustazione di vini”. Al prezzo di 20 euro (prenotazione al 3921302383) si potrà fare un tour dentro la Rocca e nel museo delle Armi antiche con gruppi da 20 persone. Poi degustazione finale nella cantina Vigna della Cava, che dal 2015 produce vino Rosa e Rosso Conero, prodotti da uve coltivate biologicamente nel comune di Offagna. Giovedì 13 agosto, invece, riecco “Aperitivo sotto la Rocca” organizzato alle 19 dal ristorante Dalle Donzelle con massimo 40 persone al costo di 15 euro, che comprende anche ka visita guidata alla Rocca quattrocentesca (prenotazione al 3921302383). I visitatori quest’estate potranno poi ammirare i tre musei del paese: quello della Rocca aperto tutti i giorni (orario 10-13, 15-20), il museo della Liberazione di Ancona e quello di scienze naturali Luigi Paolucci aperti sabato e domenica (orari 10-13, 16-19). La visita al singolo museo costa 4 euro, il biglietto congiunto 10 euro (20 il ticket famiglia, due adulti e figli minorenni). Ingresso gratis per i residenti, per i diversamente abili con accompagnatori e per i bambini fino a 5 anni, prezzo invece ridotto a 2,50 euro tra i 6 e i 17 anni, per gli over 65 e i gruppi sopra le 10 unità. Si può prenotare la visita al 3921302383 o in loco al momento.

L’assessore al turismo Fabrizio Bartoli in merito a questa particolare edizione delle rievocazioni medievali, stravolte dalle norme anti-Covid, sottolinea che «organizzare iniziative che hanno una valenza turistica, di svago e di esibizioni dei nostri giovani, che si sono impegnati e continuano a farlo, è sicuramente positivo e vantaggioso per tutto il paese. Offagna grazie alla pubblicità continua così ad essere conosciuta tramite eventi che mantengono il riferimento al Medioevo e le presenze dei visitatori alla Rocca, così numerose in queste settimane, lo dimostrano. I nostri ragazzi, oltre 100, sono impegnati in attività sane e gratificanti. Ed anche le attività commerciali traggono beneficio da una maggiore presenza di turisti. Certamente le Feste Medievali precedenti erano differenti, con grande partecipazione di pubblico, ma i tempi che stiamo vivendo hanno comportato restrizioni e cambiamenti notevoli. Credo comunque che aver organizzato questi appuntamenti contingentati, usando anche i 17.000 euro del contributo regionale già stanziato nel 2019, e che avremmo perso se non utilizzato, sia stato positivo, altrimenti avremmo un’estate vuota. Bisogna ringraziare tutti coloro che hanno lavorato gratuitamente, associazioni e privati, per la realizzazione di questi eventi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X