facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Successo per ‘FabriJazz’:
si pensa già all’edizione 2021

MUSICA - Eventi sold out al giardino del Poio, master class partecipate e lezioni della scuola di musica che hanno attirato tanti appassionati del pentagramma fabrianesi e non
Print Friendly, PDF & Email

 

Una settima edizione di successo per FabriJazz, evento ideato da Fabrano Pro Musica in collaborazione con il Comune di Fabriano ed Amat. Eventi sold out al giardino del Poio, master class partecipate e lezioni della scuola di musica che hanno fatto centro tra gli appassionati del pentagramma fabrianesi e non. In tanti – fa sapere una nota ufficiale degli organizzatori – sono arrivati nella città della carta per proseguire un percorso di perfezionamento sfruttando le otto classi di studio predisposte dall’associazione cittadina. Presenze che nonostante il covid-19 hanno fatto segnare il sold out nei bed and breakfast del centro storico, con presenze arrivate dalla Toscana, Lazio e molti altri luoghi dell’Italia ancora. Edizione che ancora una volta ha scelto di puntare sulla qualità degli eventi, sulla capacità di emozionare gli appassionati di musica con l’intuizione di una prospettiva diversa da quella mainstream fornita dalle radio commerciali.

Tanti gli eventi che dal 22 al 30 agosto hanno emozionato fabrianesi e non, il progetto Emily Dickinsong, ideato dal chitarrista Daniele Cervigni in bilico tra musica e le poesie della scrittrice americana Emily Dickinson, l’emozione dello Spiritual Trio di Fabrizio Bosso, il debutto discografico e live del progetto del contrabbassista fabrianese Pierpaolo Chiaraluce (a nome The Pier Jazz Quartet) ed il ritorno del batterista degli Elio e le Storie Tese Christian Meyer. Apprezzato e partecipato anche talk satirico condotto dall’ideatore della pagina Facebook Giovanni All’Heavy Paolo Grillo. Soddisfazione anche per quanto riguarda qualità e presenze delle master class, con lezioni di perfezionamento curate dal sassofonista americano Michael Rosen, dal pianista Giovanni Ceccarelli ed ancora una volta Christian Meyer. Ottimo anche il successo delle tre jam session, che hanno coinvolto pubblico e musicisti e che si sono svolte per due volte negli spazi esterni del The Tanning Pub (2 volte) e del Relais del Marchese del Grillo. Ora l’orizzonte è quello del 2021, con una nuova edizione (l’ottava) da immaginare dopo la creazione di una settimana impegnativa e di grande intensità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X