facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Festa del Rosso Conero,
tre giorni di eventi nel rispetto
delle misure anti-Covid

CAMERANO -Dall'11 al 13 settembre concerti, visite alle grotte e degustazioni enogastronomiche oltre al XIV Campionato nazionale di Morra
Print Friendly, PDF & Email

Una passata edizione della Festa del Rosso Conero (foto d’archivio)

 

 

Sarà un’edizione inedita, quella dell’edizione 25 della Festa del Rosso Conero, collegata a un anno insolito, quello dell’emergenza Covid. «In questo 2020 la nostra quotidianità si è trasformata: sono mutate le abitudini, le occasioni, gli spazi della socialità. Non è però cambiato il nostro intento. Ormai da un quarto di secolo, festeggiamo a Camerano, l’amore per il nostro vino, il prodotto della nostra terra, un’eccellenza della nostra regione. Gli anni che passano, non ritornano e non vogliamo perderne neanche uno, perché la tradizione è continuità» spiega la sindaca Annalisa Del Bello. Due saranno i momenti per omaggiare questo compleanno: il primo momento è rivolto ai giornalisti di guide e testate nazionali, che saranno ospitati nelle giornate dell’11-12-13 settembre, per far conoscere il territorio della denominazione, i suoi produttori, i vini che l’hanno resa famosa, la cultura storico- paesaggistica e le bellezze del comune di Camerano. Insieme all’Istituto Marchigiano di Enogastronomia, alla Regione Marche, l’Amministrazione comunale, dall’11 al 13 settembre, ha voluto la presenza di giornalisti a valenza nazionale per, in occasione del venticinquesimo compleanno della Festa del Rosso Conero, avviare uno scambio di opportunità volto a promuovere il territorio, le sue cantine e le sue realtà turistico-culturali, in modo da attrarre visitatori e investimenti, nonchè far conoscere gli operatori del comparto del vino e nello specifico i produttori dell’Area del Conero. «I giornalisti potranno conoscere Camerano e le sue bellezze: le Grotte di Camerano che anche quest’anno, seppur con il contingentamento hanno avuto un grande successo di pubblico, la Mostra Farfisa, dedicata allo straordinario processo industriale della Famosa Fabbrica di Fisarmoniche di Camerano e ovviamente alle realtà in cui siamo in grande continua e proficua sinergia, il Parco del Conero e la Riviera del Conero e Colli dell’Infinito» sottolinea il comunicato dell’Amministrazione comunale.

La ci sarà anche uno spazio rivolto al presente, alla comunità e a tutti i visitatori che in questi anni hanno seguito e partecipato alla Festa, con una programmazione che, nel rispetto delle normative di contenimento del contagio, adatta con un approccio resiliente, l’impianto dell’iniziativa alle condizioni di realizzazioni attuali.«I visitatori, anche quest’anno, potranno godere durante queste tre giornate dell’attrattiva principale del paese, – prosegue a nota – le Grotte di Camerano, che offriranno un numero maggiore di visite nel corso delle giornate, fino a tarda sera; potranno mangiare e degustare vino presso le attività di bar e somministrazioni del centro storico che hanno aderito all’iniziativa e pensato a menù da abbinare al Rosso Conero». Venerdì 11 settembre, presso la Chiesa di San Francesco, il Coro “Città di Camerano” offrirà a cameranesi e turisti un concerto gratuito dal titolo “Ripartiamo dalla Musica” con brani tra gli altri di Offenbach, Tosti, Lehar. Sabato 12 settembre, come sempre in Piazza Roma, cuore del centro storico del paese, saranno presenti le cantine, che faranno degustare il vino. Sono quindi i vinaioli l’anima portante della serata di sabato, che a partire dalle 18.30, presenteranno i loro prodotti, le eccellenze e le novità di questo 2020. Non poteva mancare un elemento della tradizione e per questo in via Marti, già dalle 15, prenderà le mosse il XIV Campionato Nazionale di Morra, l’antichissimo gioco popolare contraddistinto da velocità e intuito. Ad animare la serata le incursioni della S-banda di Fucina Musica. «Anche in questo caso, – chiude il comunicato – si è scelto di dare la possibilità alle attività del centro storico, fortemente penalizzate dalle chiusure dei mesi primaverili, di organizzarsi per prerare cene e panini per i fruitori della serata». L’ingresso è gratuito come sempre, fino a capienza dello spazio messo a disposizione per l’iniziativa. Domenica 13 settembre, lo spazio passa ai ragazzi e per passare qualche ora sperimentando la musica assieme ai i maestri di Fucina Musica, in Piazza Roma dalle ore 18.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X