facebook rss

Halloween, Chiaravalle vieta le feste
Montemarciano: «Rinunciate
a ‘dolcetto o scherzetto’»

IL SINDACO Damiano Costantini con un'ordinanza ha proibito l'organizzazione di eventi. Damiano Bartozzi ha invitato i cittadini ad evitare il tipico giro per richiedere i dolciumi. Non si terranno le classiche iniziative ad Ostra e Corinaldo. Anche il sindaco di Senigallia, Massimo Olivetti invita alla massima prudenza
Print Friendly, PDF & Email

Halloween: feste vietate sul territorio comunale di Chiaravalle. Questa la decisione presa con un’ordinanza sindacale dal primo cittadino Damiano Costantini. Nel documento, è riportato il «divieto assoluto su tutto il territorio comunale – ivi comprese strade, piazze, parchi e giardini pubblici e privati – di organizzare, preparare e/o partecipare a qualsivoglia iniziativa o incontro finalizzato alla cd. Festa di Halloween», il
«divieto assoluto, su tutto il territorio comunale, ad iniziative volte all’uso di prodotti pirotecnici anche se di libera vendita; divieto assoluto, su tutto il territorio comunale, di lanciare prodotti alimentari, come uova, farina, ecc. e di lanciare schiuma».
I trasgressori saranno puniti con multe dai 25 ai 500 euro. L’ordinanza è valida da oggi e scadrà il primo novembre.
Il sindaco raccomanda anche «ai genitori dei minori di non acquistare e/o consegnare prodotti pirotecnici e di non consegnare alla propria prole prodotti alimentari come uova, farina e quant’altro da utilizzare in occasione della festa di Halloween; ai genitori dei minori di sensibilizzare i propri figli a festeggiare tale ricorrenza in ambito privato, impedendo ogni assembramento e raggruppamento di persone». Anche il sindaco di Montemarciano Damiano Bartozzi ha lanciato un appello: «In occasione della prossima ricorrenza di Halloween, alla luce del momento particolare legato all’aumento delle curve epidemiologiche, l’amministrazione di Montemarciano chiede alla cittadinanza di continuare a collaborare per contrastare la diffusione del Covid-19. A questo proposito si raccomanda fortemente di evitare occasioni di assembramento, scambio di oggetti o dolciumi, lancio di prodotti alimentari, e di invitare i nostri giovani a rinunciare, per quest’anno, al consueto giro “dolcetto o scherzetto” per non portare rischi inutili a persone esposte alle più gravi conseguenze della malattia. Si rammenta inoltre la pericolosità del materiale pirotecnico il cui uso va comunque evitato. Pur consapevoli di chiedervi un ulteriore sacrificio in un periodo già difficile che comprime la voglia di socialità, non dobbiamo dimenticare che la salute e l’incolumità dei nostri concittadini deve sempre essere obiettivo preponderante di ognuno di noi».

Infine il sindaco di Senigallia, Massimo Olivetti invita tutti alla massima prudenza. «Siamo alla vigilia di un fine settimana impegnativo che coincide con ricorrenze religiose e festività legate ai bambini. – scrive il primo cittadino di Senigallia – In periodi normali questi giorni avrebbero potuto costituire l’occasione per incontri tra più persone ed invece, mai come in questo momento, devono essere affrontati con grande prudenza e senso di responsabilità, evitando qualsiasi assembramento o comportamento non conforme alle regole di prevenzione antiCovid. L’incremento della curva del contagio in Italia come nel resto d’Europa desta preoccupazione anche se per fortuna, almeno per il momento, la situazione nel nostro territorio è sotto controllo. Proprio in considerazione del difficile quadro generale e dell’allarme che suscita tra popolazione e Istituzioni formulo un nuovo appello ai cittadini di Senigallia ricordando loro di continuare e di rafforzare i propri comportamenti virtuosi idonei a limitare la diffusione del il virus: distanziamento sociale, attenzione ad evitare gli assembramenti, uso costante delle mascherine. Solo se saremo in grado di non abbassare mai la guardia e mantenere alto il livello di attenzione e prudenza riusciremo tutti insieme a combattere e vincere questa dura guerra contro il virus». Non si terranno, alla luce delle disposizioni anti Covid, le classiche manifestazioni legate ad Halloween, come la festa a Corinaldo o la Notte degli Sprevengoli ad Ostra. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X