facebook rss

Università, stop a lezioni in presenza:
Acquaroli firma la nuova ordinanza

DIDATTICA a distanza negli atenei e per i corsi di formazione, 50% dei posti sui bus. «Rafforziamo le misure di contenimento già prese. Le Marche sono sotto controllo ma non possiamo permettere che si alzi l’indice di rischio». La durata del provvedimento va dal 4 novembre al 4 dicembre
Print Friendly, PDF & Email

acquaroli-e1603634858159-650x527

Francesco Acquaroli, governatore delle Marche

 

Didattica totalmente a distanza per le università: la decisione è del governatore Francesco Acquaroli. Sarà in vigore dal 4 novembre e fino al 4 dicembre. L’ordinanza è stata firmata oggi.  Lezioni al 100% a distanza anche per la formazione professionale. Si riducono i posti sui mezzi pubblici: scendono al 50% della capienza consentita. «L’obiettivo è quello di rafforzare le misure di contenimento già prese. Le Marche sono per ora sotto controllo secondo i parametri previsti dall’Iss, ma non possiamo permettere che si alzi l’indice di rischio. Monitoriamo ora per ora la situazione e non è escluso che nei prossimi giorni si interverrà ulteriormente». Dunque la decisione, dopo quella di fare lezioni a distanza per chi frequenta le superiori, di stoppare i corsi in presenza per chi frequenta l’università. Il motivo che ha portato a questa decisione è che il protrarsi dell’emergenza si fa sentire anche nelle Marche dove nelle ultime settimana c’è stata una impennata di contagi.

«Sono sicuro che la responsabilità e la maturità dei marchigiani faranno la differenza nella lotta al coronavirus, in questo momento e nelle prossime settimane che saranno cruciali e ci vedranno a valutare l’eventualità di altri provvedimenti».

ATENEI – La didattica e le attività curriculari, comprese quelle di verifica (esami di profitto e verifiche intermedie), delle Università dovranno svolgersi con modalità a distanza al 100 per cento rimettendo al Comitato Universitario Regionale di riferimento i relativi piani di organizzazione. Sono esclusi dalla formazione a distanza i tirocini formativi abilitanti e sono fatte salve le specifiche esigenze degli studenti con disabilità. Le disposizioni di cui al presente articolo si applicano, per quanto compatibili, anche alle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica.

FORMAZIONE PROFESSIONALE – Le agenzie formative e gli istituti professionali statali in regime di sussidiarietà adottano, per i percorsi di Istruzione e formazione professionale anche in modalità duale finalizzati al conseguimento di qualifica e diploma professionale, la didattica digitale integrata al 100 per cento delle attività con la possibilità di svolgere in presenza le attività pratiche, laboratoriali, le verifiche scritte e gli esami finali. E’ in ogni caso garantita la frequenza per gli alunni con bisogni educativi speciali e per gli alunni con difficoltà di collegamento telematico dal proprio domicilio. Chi eroga percorsi di formazione professionale non in diritto dovere di seguito elencati: percorsi di formazione superiore nell’ambito del sistema educativo regionale (Ifts e Its); percorsi di educazione degli adulti e formazione permanente, percorsi di formazione regolamentata erogati nell’ambito del sistema educativo regionale; percorsi di formazione continua erogati nell’ambito del sistema educativo regionale; percorsi di formazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro; percorsi di formazione linguistica e musicale.

TRASPORTI – Sui bus, urbani ed extra urbani è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50%dei posti previsti. 

CACCIA – Deroga per la consegna dei tesserini riepilogativi relativi al prelievo in deroga delle specie storno dovrà essere effettuata esclusivamente per via telematica o fax.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X