facebook rss

Firmata l’ordinanza sulle scuole:
didattica a distanza per 3 settimane
negli istituti superiori

COVID - La durata è dal 3 al 24 novembre. La Regione interviene in seguito ai casi di positività negli istituti, 555 gli studenti contagiati nella settimana dal 19 al 24 ottobre
Print Friendly, PDF & Email

acquaroli-4-e1603649694405-650x446

Il governatore Francesco Acquaroli

 

Lezioni da casa alle superiori, il governatore Francesco Acquaroli ha firmato oggi l’ordinanza che vale dal 3 novembre sino al 24 novembre. La decisione è stata presa visti i dati legati alla pandemia. Ed è specificato nel testo della stessa ordinanza, in cui si legge che: «considerati i dati contenuti nell’ultimo rapporto di monitoraggio dell’Ufficio scolastico regionale (dati dal 19 al 24 ottobre, ndr) che confermano una maggiore circolazione virale con un incremento di contagi nelle comunità scolastiche, con almeno 555 casi di positività al Covid ascrivibili a studenti e 183 a personale della scuola, tale da evidenziare una particolare situazione di rischio e criticità a livello territoriale che necessità dell’immediata adozione di misure più stringenti nel settore scolastico». L’ordinanza parte dal 3 novembre e fino a tutto il 24 novembre. I DATI – Nella settimana che va dal 19 al 24 ottobre, erano 426 le classi non in presenza nelle Marche a causa del Covid: il 4,2% del totale. I positivi al Coronavirus erano 147 docenti (0,63% del totale), 36 per personale non docente (0,59%) e 555 studenti (0,27%). Questi i dati forniti dal monitoraggio dell’Ufficio scolastico regionale, su un campione che copre il 97,88% delle scuole delle Marche (231 su 236) e il 99,86% degli studenti (201.232). Le positività nella settimana presa in esame sono in tutto 738 con a cascata 8.988 studenti che hanno sospeso l’attività didattica in presenza e 6.248 quarantene scattate a causa dei casi positivi (5.831 studenti in quarantena, 356 docenti e 61 del personale non docente).

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X