facebook rss

Covid, 686 nuovi casi nelle Marche:
158 nella provincia di Ancona

IL BOLLETTINO del servizio Sanità - Nelle ultime 24 ore effettuati 2.372 tamponi nel percorso nuove diagnosi: positivo il 28,9%. I sintomatici sono 81, maglia nera al Maceratese con 205 contagi. Docente contagiato a Polverigi, scatta il piano pandemico negli ospedali dell'Area Vasta 2
Print Friendly, PDF & Email

blu-2910-650x273

La curva dei contagi nelle Marche (clicca sull’immagine per leggere il report completo)

 

Sono 686 i nuovi casi di Coronavirus nelle Marche, maglia nera al Maceratese. E’ quanto comunica il servizio Sanità della Regione nel primo bollettino di giornata. Nelle ultime 24 ore sono stati testati 3915 tamponi: 2372 nel percorso nuove diagnosi e 1543 nel percorso guariti. Il rapporto positivi/testati è dunque del 28,9%. I contagi sono stati registrati: 205 nella provincia di Macerata, 158 nella provincia di Ancona, 62 nella provincia di Pesaro-Urbino, 146 nella provincia di Fermo, 92 nella provincia di Ascoli Piceno e 23 da fuori regione. «Questi casi comprendono soggetti sintomatici (81 casi rilevati) – spiega la Regione – contatti in setting domestico (114 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (228 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (19 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/divertimento (27 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (10 casi rilevati), contatti in setting scolastico/formativo (14 casi rilevati), screening percorso sanitario (5 casi rilevati), rientro dall’estero (Bangladesh: 2 casi); per altri 186 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche».

E mentre gli ospedali dell’Asur-Area Vasta 2 (quelli di Jesi, Senigallia e Fabriano) nel rispetto del piano pandemico si attrezzano con container all’esterno dei pronto soccorso per aumentare i numero dei posti letto di ricovero in osservazione breve in caso di emergenza, i sindaci continuano la conta dei contagi. Daniele Carnevali, primo cittadino di Polverigi segnala una crescita di casi positivi. «A distanza di 5 giorni dall’ultimo aggiornamento i dati dei positivi raddoppiano. Ieri il dato per il nostro Comune evidenza 23 persone in quarantena, tra le quali si registrano 11 casi positivi. Purtroppo i contagi, come era forse lecito attendersi, hanno iniziato ad interessare anche il mondo scolastico. E’ infatti giunta la comunicazione dell’accertata positività da Covid 19 di un docente impegnato presso la scuola elementare IV Novembre. Pertanto, a scopo precauzionale, in linea con i protocolli sanitari, saranno sospese le attività didattiche in presenza per le due classi interessate, oggetto di specifica comunicazione da parte dell’Istituto Comprensivo, a partire da oggi, 29 ottobre, in attesa di comunicazioni ufficiali da parte del Dipartimento di Prevenzione Asur. Fortunatamente l’altro caso di positività, che ad inizio settimana aveva interessato un’alunna delle scuole medie, vista le tempistiche del contagio e le azioni preventive della famiglia, hanno scongiurato la messa in quarantena dell’intera classe. Mi affido, ci affidiamo al vostro senso di responsabilità» è l’invito rivolto dal sindaco ai concittadini.

Secondo i dati forniti dalla Regione Marche sulla diffusione del Covid-19, nel Comune di San Marcello, ad oggi sono 2 le persone positive al tampone poste in isolamento fino a guarigione, 14 quelle in quarantena. Situazione non rosea neppure a Castelplanio, dove il Comune ha fatto sapere che risultano positive al tampone 19 persone e in quarantena 21, una classe della Primaria  è in quarantena dopo la segnalazione di un docente contagiato e dopo i test lo sono risultati anche alcuni scolari. «Una esortazione al senso di responsabilità di ognuno di noi che con il proprio comportamento (distanziamento sociale, utilizzo dei Dpi, rispetto di quanto espressamente citato nel Dpcm), sia nei luoghi pubblici che privati, può contribuire ad affrontare con efficacia il propagarsi della pandemia» sottolinea l’ente locale.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X