facebook rss

Nelle Marche 274 nuovi casi di Covid,
123 sono in provincia di Ancona

I DATI del bollettino del Servizio Sanità regionale. Le persone con sintomi sono 41. A Senigallia il vescovo Manenti è in isolamento domiciliare. Controlli dei Nas nelle palestre e nelle piscine
Print Friendly, PDF & Email

CoronaVirus_DriveTesta_FF-11-325x217

 

 

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 2713 tamponi: 1621 nel percorso nuove diagnosi e 1092 nel percorso guariti. I positivi sono 274 nel percorso nuove diagnosi: 57 in provincia di Macerata, 123 in provincia di Ancona, 32 in provincia di Pesaro Urbino, 37 in provincia di Fermo, 24 in provincia di Ascoli Piceno e 1 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (41 casi rilevati), contatti in setting domestico (74 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (64 casi rilevati), 8 casi registrati nel setting lavorativo, contatti in ambiente di vita/divertimento (15 casi rilevati), 3 casi rilevati nel setting assistenziale, contatti in setting scolastico/formativo (10 casi) e 4 casi riscontrati nello screening realizzato in ambito sanitario. Di 55 casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche.

A Senigallia il vescovo Franco Manenti è in isolamento domiciliare pur essendo risultato negativo al tampone, dopo aver avuto contatti nei giorni precedenti con una persona risultata poi contagiata dal Covid 19. Lo ha comunicato ieri sera è stato il vicario generale diocesano, don Aldo Piergiovanni. A Osimo invece è in quarantena una classe della scuola materna dell’Ic Trillini, quella di Passatempo, mentre l’Asur ha deciso di non disporre l’isolamento domiciliare per una classe del Liceo Corridoni Campana frequentata da uno studente che è anche uno dei calciatori del Montefano Calcio positivi al Covid 19. A Fabriano, invece, ieri si è registrata una impennata dei contagi che nel volgere di pochi giorni sono saliti a 40. Sono invcece 153 le persone in isolamento domiciliare.

Ad Arcevia sono saliti a 22 i contagi all’interno del centro accoglienza migranti all’ex hotel Le Terrazze. Gli ospiti in totale sono 108 e sono tutti ristretti in isolamento. Ad Agugliano a distanza di 10 giorni dall’ultimo bollettino, il sindaco Thomas Braconi ieri ha ricordato che «sono 11 le persone in quarantena, tra le quali si registrano 4 casi positivi. La battaglia con questo nemico invisibile contro cui lottiamo da tutti questi mesi è purtroppo ancora lunga. Dobbiamo continuare a tenere alta la guardia e lavorare tutti insieme per poter superare questo momento» ha scritto.

Anche il mondo delle palestre e delle piscine in fibrillazione. Dopo l’emanazioone del nuovo Dpcm, in tutto il territorio nazionale, e anche nella provincia di Ancona, sono scattati i controlli per la verifica dell’adeguamento ai protocolli da parte di palestre e piscine.  I Nas dei carabinieri,  i Nuclei Antisofisticazione e Sanità dell’Arma, sono impegnati su tutto il territorio, insieme alle altre forze di polizia e ai sanitari, per controllare il rispetto delle normative. Stanno lavorando ad ampio raggio sul rispetto delle norme anticontagio anche tra gli esercizi commerciali, i pubblici esercizi e, appunto, palestre e piscine. Con loro, le altre forze dell’ordine, l’ispettorato del lavoro e le varie Asur. Per ciò che concerne le verifiche igienico-sanitarie, invece, i Nuclei Antisofisticazione e Sanità hanno competenza esclusiva insieme all’Asur. Tra i primi impianti natatori ad essere ispezionati c’è stata la piscina comunale di Osimo nel polo sportivo della Vescovara. Non sono emerse irregolarità, le vasche, quindi, possono restare aperte Al  link il bollettino completo del Servizio Salute della Regione Marche.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X