facebook rss

‘Antonelliana..mente’,
i servizi online della biblioteca

SENIGALLIA - Sul sito web istituzionale sarà possibile seguire laboratori per bambini, le novità editoriali sullo scaffale fino agli approfondimenti sui tesori dell'archivio storico
Print Friendly, PDF & Email

La biblioteca Antonelliana di Senigallia

 

 

Antonelliana..mente la lettura che non si ferma. Questo il titolo dell’offerta culturale della Biblioteca Antonelliana di Senigallia attraverso la pagina web ed i profili social della struttura durante questo periodo di forzata chiusura disposto dalla recente normativa per il contenimento della diffusione del virus Covid 19. Informazioni, recensioni, letture, eventi, dirette streaming per tenere sempre vivo e profondo il legame con gli utenti nell’attesa del ritorno alla normalità ed a quel contatto fisico con il pubblico più che mai necessario dal momento che la Biblioteca è prima di ogni altra cosa un luogo di aggregazione ed uno spazio nel quale persone di ogni età e condizione sociale o culturale possono esercitare il proprio diritto di cittadinanza.

Il personale della Biblioteca Antonelliana si è messo al lavoro per aggiornare costantemente la sezione del sito internet istituzionale http://www.comune.senigallia.an.it/site/biblioteca/live/taxonomy/index.html con rubriche settimanali pensate per soddisfare i gusti dei più diversi pubblici: si va dalle letture e dai laboratori per bambini, alle novità editoriali sullo scaffale, dagli approfondimenti sui tesori del nostro archivio storico fino alla proposta di percorsi di lettura per adulti e ragazzi. La pagina facebook della biblioteca ospiterà anche video messaggi, oltre che presentazioni ed interviste con autori anche in collaborazione con le librerie locali. Sempre attiva sarà naturalmente la biblioteca digitale medialibrary on line ( MIOL) che permette di prendere in prestito attraverso un download gratuito e-book, consultare giornali, corsi di formazione e molto altro. L’iscrizione al Miol è gratuita: è sufficiente avere la tessera della biblioteca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X