facebook rss

Regole anti Covid non rispettate:
raffica di sanzioni

CONTROLLI - Sono 23 le multe staccate nel weekend tra Ancona e Falconara per chi ha violato il coprifuoco o lasciato il proprio comune di residenza senza un valido motivo
Print Friendly, PDF & Email

I controlli dei carabinieri

 

Sono 23 le persone sanzionate nel weekend dai carabinieri della Compagnia dorica perché sorprese a violare il coprifuoco o a lasciare la propria città di residenza senza un valido motivo. I controlli a Falconara e Ancona.  I militari hanno presidiato i luoghi di maggiore aggregazione sociale e le vie principali del capoluogo nonché vigilato sui locali pubblici. Tutte le persone sanzionate  avranno 5 giorni di tempo per saldare il conto, 280 euro, altrimenti l’importo salirà fino a 400 euro. «Devo raggiungere casa delle fidanzata non convivente», «devo andare a compare le sigarette», «non sapevo esistesse il coprifuoco» le motivazioni più usate dai multati. Ma ci sono stati anche due giovani che nel pomeriggio di sabato, in via Vallemiano, sono stati sanzionati (euro 103)  dai militari del Radiomobile per ubriachezza molesta in quanto infastidivano i passanti. Inoltre nella serata di sabato, nei pressi della stazione ferroviaria di Palombina, a finire nel mirino dei carabinieri di Collemarino e’ stato un 28enne operaio, originario di Napoli e domiciliato ad Ancona, sorpreso con uno spinello di hashish. L’uomo è stato segnalato in Prefettura.  Il dispositivo di controllo è stato attuato con l’impiego di 23 pattuglie, di cui 15 gazzelle del pronto intervento,  ed ha consentito di svolgere una vigilanza attiva nei complessi industriali e nei pressi degl’istituti scolastici per prevenire i furti, nonché di controllare 117 utenti della strada, 95 mezzi, 25 persone sottoposte al regime degli arresti domiciliari e multare 13 automobilisti indisciplinati. Nel medesimo contesto è stata assicurata un’attenta attività di prossimità del centro dorico (viale della Vittoria – piazza Cavour – piazza della Repubblica –  piazza IV Novembre) con l’impiego di pattuglie a piedi per evitare raggiri ai danni delle persone anziane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X