facebook rss

Fondi alle società sportive

OSIMO - Il Comune promuove un bando da 60mila euro di contributi per aiutare lo sport in difficoltà per l'emergenza sanitaria. Le Liste civiche chiedono di rivedere i criteri di erogazione
Print Friendly, PDF & Email

 

«Lo sport è vita, benessere, sviluppo di relazioni sociali. Ora è in difficolta’, va sostenuto. Come assessorato allo sport abbiamo promosso un bando che prevede una quota forfettaria per tutti, un contributo aggiuntivo a chi gestisce un impianto sportivo oggi chiuso ma dove la manutenzione va effettuata comunque. I fondi residuali saranno destinati a chi gestisce un settore giovanile».

Il sindaco Simone Pugnaloni

L’annuncio arriva dal sindaco Simone Pugnaloni e la domanda per accedere a un contributo della quota complessiva di 60mila euro deve essere presentata esclusivamente su modello di autocertificazione allegato al atto che si può leggere al link, e trasmessa per posta elettronica certificata all’indirizzo pec del Comune: comune.osimo@emarche.it entro e non oltre le ore 13 del 23 dicembre prossimo. Per informazioni e chiarimenti rivolgersi agli Uffici amministrativi del Servizio Sport: tel. 071/7249298 – 071/7249326 E-mail: sport.turismo@comune.osimo.an.it.

I coordinatori delle Liste civiche Osimo

Le Liste civiche di minoranza, nel ricordare che sono arrivati dal Governo 60 mila euro per aiutare le associazioni sportive osimane, invitano il Comune «chiamato alla distribuzione delle somme ad assegnarle a tutte le società sportive, anche quelle che secondo l’amministrazione comunale sono dalla parte delle Liste civiche o non sono simpatizzanti dell’attuale maggioranza straordinaria». In sostanza i movimenti civici chiedono di rivedere i criteri sollecitando «il Comune affinchè versi a ogni società sportiva di Osimo una somma uguale per tutte, senza discriminazione di sorta; che il Comune specifichi con lettera pubblica che si tratti di soldi dello Stato non dell’amministrazione comunale. Questo perchè l’amministrazione comunale si è fatta bella del contributo dello stato facendolo apparire come se fosse elargito dalla stessa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X