facebook rss

Dalle grotte al sito di Montetorto:
per il 2021 arrivano bus turistico
e telecamere di Linea Verde

OSIMO - Nonostante la pandemia, la stagione turistica 2020 ha retto con le oltre 6mila visite alle grotte e nei tour per la città. L'assessore Michela Glorio: «Abbiamo studiato nuovi strumenti per rendere ancora più vendibile l'immagine della città»
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Simone Pugnaloni e l’assessore Michela Glorio nelle Grotte di Piazza Dante

 

 

A causa del perdurare della pandemia da Covid 19, la gestione del settore turistico, nel 2020, è stata complicata per privati, istituzioni ed enti. «A parte la boccata di ossigeno dei mesi luglio-settembre, la restante parte dell’anno è stata soggetta a limitazioni e chiusure. – ricorda l’assessore del Comune di Osimo, Michela Glorio- Con la chiusura di Schengen e le limitazioni agli spostamenti, anche tra Comuni, il turismo è letteralmente crollato. Il punto Iat (Informazione ed Accoglienza Turistica) e le attività di visita alla città e alle grotte sotterranee sono stati chiusi e sospesi dall’11 marzo al 3 giugno e dal 3 novembre a tutt’oggi. Nonostante tutto l’Amministrazione comunale, unitamente allo staff dell’ufficio turistico, nel corso dell’anno ha continuato a lavorare per migliorare la comunicazione e la vendibilità del “prodotto Osimo” attraverso tanti nuovi strumenti come Osimo Outdoor e i suoi 5 itinerari all’aperto; Osimo in pillole e Tramonti a Montetorto e ancora l’ideazione del nuovo logo e sito web di Osimo Turismo o l’inaugurazione dell’info point in centro».

Il pannello turistico sistemato davanti alle grotte e alla sala convegni del Cantinone di Osimo

I VISITATORI DELLE GROTTE – Tra difficoltà concrete e una flessione netta di presenze turistiche, la stagione 2020 ha comunque raggiunto numeri significativi.«Tra giugno e ottobre sono stati 6.514 i visitatori che hanno scelto Osimo comprando un biglietto per la visita alle grotte o per uno degli itinerari Outdoor; – racconta l’assessore – più di 3.000 quelli che si sono rivolti ai servizi informativi, senza acquistare il biglietto. Nei primi mesi dell’anno (gennaio e febbraio) si è riscontrato un +20% negli ingressi per poi subire un azzeramento nei mesi di marzo, aprile e maggio; al 3 novembre, il totale dei biglietti staccati è stato di 7.390. I numeri non sono comparabili con le annualità precedenti a causa degli ingressi contingentati che non hanno permesso di accogliere gruppi con più di 10 persone, in rispetto della normativa anti-Covid». Nel 2020 è stato impostato anche un sistema di rilevazione dati nei punti di informazione che mostrano che su circa 2.900 richieste di informazioni pervenute, il 70% ha scelto una delle opzioni proposte e il 30% (circa 880 persone) ha preferito visitare la città autonomamente con i supporti cartacei forniti. Nel nuovo sito Osimo turismo è stata inserita la modalità di prenotazione e pagamento online: dal 24 agosto al 4 novembre 957 biglietti sono stati venduti online per un importo di 4.458 euro (circa il 40% del totale venduti).«Dati importanti – sottolinea la Glorio – che ci consentono di capire l’impatto del turismo in città, e in particolare nel centro cittadino».

La ricostruzione in 3D dell’impianto oleario produttivo di epoca romana, sul sito archeologico di Montetorto a Casenuove di Osimo

IL SITO ARCHEOLOGICO DI CASENUOVE – Infine per il miglioramento dell’area archeologica di Montetorto, sempre nel 2020 sono arrivati 27mila euro di contributi regionali con i quali sono state realizzate le seguenti opere/attività come piccole opere infrastrutturali come ad esempio la passerella di nuova costruzione posta sopra la sezione dei dolia (contenitori di olio e vino), sezione ristrutturata ed inaugurata lo scorso anno, e la costruzione dell’aula didattica all’ingresso del sito per ospitare gruppi e scolaresche; la progettazione e stampa della riproduzione 3D del sito archeologico come era in origine; la progettazione e stampa di pannelli descrittivi delle varie stanze/sezioni del sito; attività laboratoriali e di sensibilizzazione anche tramite la realizzazione di una pagina dedicata sul sito web di osimoturismo e la creazione di una guida per non udenti disponibile su applestore.

Le telecanere di Linea Verde a Osimo nel 2018

I PROGETTI 2021: BUS TURISTICO E TELECAMERE DI ‘LINEA VERDE’ – Per i primi mesi del 2021 l’assessorato del Comune di Osimo ha in programma di ospitare il ritorno delle telecamere di ‘Linea Verde’ a gennaio e di lavorare alla stipula di due convenzioni, con l’azienda Umani e Ronchi per la progettazione di itinerari turistici nell’azienda e con il Sistema museale di Offagna per l’istituzione di una reciprocità nella scontistica tra chi visita il polo museale offagnese e chi la città sotterranea di Osimo. La città dei senza testa, che ha partecipato al bando per l'”acquisto di veicoli elettrici sostenibili” emanato dalla Regione Marche, conta quest’anno di acquistare di un minibus elettrico sightseeing «che permetterà di attivare un servizio di trasporto locale per i turisti – evidenzia l’assessora – permettendo di raggiungere i luoghi più caratteristici della città e di sviluppare itinerari turistici ad hoc» auspica Michela Glorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X