facebook rss

Vertenza Carrefour Camerano,
interrogazione di Bora e Mastrovincenzo

ANCONA - I due consiglieri del Partito Democratico chiedono al governo regionale quali iniziative saranno attivate per salvaguardare i livelli occupazionali degli 89 dipendenti dell'ipermercato che chiuderà il 31 marzo e c'è l'intenzione «di verificare la possibilità di una cessione a soggetti eventualmente interessati a investire in un'area con buone prospettive di sviluppo»
Print Friendly, PDF & Email

I lavoratori del Carrefour Camerano ieri in assemblea sul piazzale dell’ipermercato di via Campo dell’Aviazione con i rappresentanti sindacali di Fist Cisl, Filcams Cgil e Uil Tucs Uil

 

 

Vertenza Carrefour Camerano, i consiglieri regionali democrat Antonio Mastrovincenzo e Manuela Bora hanno presentato una interrogazione consiliare per chiedere alla Giunta del presidente Francesco Acquaroli «quali iniziative intenda porre in essere per salvaguardare i livelli occupazionali del punto vendita a Carrefour di Camerano» e «se intende chiedere all’azienda con la massima sollecitudine di procrastinare la chiusura anche al fine di verificare la possibilità di una cessione a soggetti eventualmente interessati a investire in un’area con buone prospettive di sviluppo». I due consiglieri Pd di minoranza ricordano che la notizia sulla chiusura dell’ipermercato di Camerano è stata ufficializzata ieri da Carrefour Italia alle organizzazioni sindacali dei lavoratori e che la chiusura decorrerebbe dal prossimo 31 marzo, «ovvero dopo pochissimi giorni dalla comunicazione ai lavoratori» si legge nel testo dell’interrogazione.

Il punto vendita Carrefour a Camerano si trova  nell’area arttigianale-commerciale a pochi passi dalla Ss 16 e dal casello dell’A14, vicino all’Ikea e a Decatlhon e presto anche al deposito Amazon

Per il 10 marzo è già stato annunciato un incontro tra l’assessore regionale lavoro e organizzazioni sindacali, per l’11 è invece già programmato uno sciopero del personale. «La chiusura avviene proprio nel momento in cui il fatturato del punto vendita registra una inversione di tendenza rispetto ai precedenti andamenti sebbene l’azienda non abbia investito sul rilancio dello stesso – fanno osservare Mastrovincenzo e Bora – e nel supermercato di Camerano trovano occupazione 89 lavoratori la cui età media che rende complessa la ricollocazione nel mercato del lavoro nello stabilimento sono occupati anche componenti della stessa famiglia, che pertanto si troverebbero senza forma di sostegno economico». Di qui la richiesta al governo regionale di quali azioni saranno intraprese per aiutare gli 89 lavoratori che dal 1 aprile rischiano di restare senza occupazione.

Carrefour chiude: i lavoratori si mobilitano I sindacati: «Il gruppo lascia le Marche»

Carrefour Camerano si arrende: «Un fulmine a ciel sereno, 89 lavoratori rischiano il posto»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X