facebook rss

Covid, 16 morti in regione:
9 nella provincia di Ancona

IL BOLLETTINO del Servizio sanità - Lutti a Cerreto d'Esi, Ancona, Filottrano, Jesi, Fabriano e Sirolo. Nelle ultime settimane sono deceduti 22 anziani contagiati all'Opera Pia Ceci di Camerano dove è scoppiato un focolaio di Sars CoV2
Print Friendly, PDF & Email

gores-arancio

Clicca per aprire la tabella

 

Sedici i morti nelle Marche per complicazioni correlate al Covid  nelle ultime 24 ore. La provincia dove si sono registrati più decessi è quella di Ancona che ha registrato la scomparsa di un uomo di 82 anni e di uno di 83, entrambi di Jesi, di una donna di Filottrano, di un 83enne, di una 91enne di Cerreto D’Esi, di un 53enne di Fabriano, di un 73enne di Sirolo e di un 77enne, una 77enne e una 86enne di Ancona. A Pesaro si sono spenti invece un 61enne di Cartoceto, una 86enne di Frontone, un 86enne di Fano. In provincia di Fermo è molrto un 81enne di Pedaso.  Tre invece le vittime nella provincia di Macerata: un 60enne di Sarnano, una donna di 83 anni di Cingoli, e una donna di 79 anni di Civitanova, Tutti i deceduti, di età media tra i 53 e i 91 anni, avevano delle pregresse patologie. Secondo quanto viene indicato dal Bollettino del Servizio sanità nelle Marche salgono a 2.411 per persone decedute dall’inizio della pandemia.

Alcuni degli anziani deceduti negli ultimi giorni erano anche ospiti dell’Opera Pia Ceci di Camerano. «Questi sono i tristissimi numeri dal 5 febbraio ad oggi: ospiti positivi totali 93 su 100, ospiti deceduti 23, di cui 22 per Covid, ospiti in struttura 65, ospiti in ospedale/Rsa 12 – scrive la presidenza della casa di riposo – La situazione è ancora complicata, ma le condizioni della gran maggioranza degli ospiti è ormai stabile, si inizia a vedere la fine di questo nero tunnel. Dai tamponi molecolari fatti lunedì scorso su tutti gli ospiti che avevano contratto il virus nella prima metà di febbraio, 20 su 34, sono tornati ad essere negativi, lunedì prossimo ripeteremo il test sugli ospiti che lo hanno contratto nella settimana seguente e ci auguriamo di trovarne molti altri negativi. Anche il personale contagiato in gran parte è tornato ad essere negativo, e sta pian piano rientrando al lavoro. Grazie a tutte le persone che si sono state e ci sono vicine, una preghiera per tutti gli ospiti che ci hanno lasciato e le più sentite condoglianze alle tante famiglie colpite dal lutto».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X