facebook rss

Week end di controlli
disposti dal prefetto

ANCONA - Le forze dell’ordine, tra oggi e domani, intensificheranno i servizi di prevenzione anti-covid vigilando sul rispetto delle misure più restrittive della zona rossa
Print Friendly, PDF & Email

Il prefetto di Ancona, Antonio D’Acunto

 

 

Nel corso di questo nuovo week end in zona rossa per la provincia di Ancona saranno intensificati i controlli anti-Covid delle forze dell’ordine. Così ha disposto il prefetto di Ancona Antonio D’Acunto ha presieduto lo scorso 11 marzo, in videoconferenza, una riunione di coordinamento dei vertici delle Forze di polizia per il periodico monitoraggio della situazione delle misure di contenimento Covid-19. Nel ringraziare le forze dell’ordine per il considerevole impegno profuso nei servizi di prevenzione anti-covid, ha chiesto una ulteriore intensificazione dei servizi di controllo del territorio dove sono in vigore le restrizioni per la zona rossa. Nello scorso fine settimana (dal 5 al 7 marzo) sono state controllate 3.029 persone e sanzionate 71; gli esercizi commerciali controllati sono stati invece 835. Va ricordato che da lunedì prossimo saranno in vigore le nuove norme previste dal decreto legge adottato dal Governo riguardanti misure anti Covid per contenere l’aumento dei contagi; le misure adottate saranno in vigore dal 15 marzo al 6 aprile la zona rossa automatica scatterà se le regioni avranno il numero settimanale di casi superiore a 250 ogni 100mila abitanti. Ancona e le Marche saranno in zona rossa per altre due settimane con didattica a distanza per le scuole come ha preannunciato la Regione Marche. Chiusura di asili nido e materne. Spostamenti solo per necessità, lavoro o salute. Per le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa su tutto il territorio nazionale sono le seguenti: visite a parenti e amici: è consentito lo spostamento all’interno della propria regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno tra le 5 e le ore 22 e nei limiti di 2 persone oltre a quelle già conviventi e oltre ai minori di 14 anni alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X