facebook rss

Bando Periferie e Waterfront:
«Entro la fine del mio mandato
tutte le opere saranno realizzate»

ANCONA - Il punto del sindaco Mancinelli sui cantieri aperti: dal restyling degli Archi al mega progetto per l'illuminazione del lungomare. Iniziati anche i lavori in piazza del Crocifisso
Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo look degli Archi

 

Il cantiere dell’ex Verrocchio, presentato questa mattina dal sindaco Mancinelli e dagli assessori Manarini e Simonella, è stato l’occasione per fare il punto sull’andamento dei lavori legati al Bando periferie (una partita da 16 milioni di euro) ed all’Iti Waterfront (6 milioni di euro). Il sindaco Mancinelli: «Tutti tasselli di quel Piano strategico della città che abbiamo approvato nel 2017 e che, nonostante la pandemia e nonostante le risorse del Bando periferie prima “scippate” e poi restituite dal governo giallo-verde, è in fase di realizzazione: agli inizi del 2021, vede tutte le opere progettate, finanziate, con lavori già appaltati ed in partenza. Entro la fine del mio mandato da sindaco e di questa consiliatura, tutte le opere di Bando periferie ed Iti Waterfronti saranno realizzate». Sono già attivi i cantieri degli Archi, dove i primi risultati sono visibili nel portico dell’isolato 4. L’appalto, che ha un valore totale di 1.940.000 euro, proseguirà con interventi di manutenzione straordinaria sugli altri isolati ed il rifacimento di tutto il marciapiede lato mare di Via Marconi, il cui primo tratto è in esecuzione.

Il progetto del waterfront

Sono stati inoltre affidati e sono cominciati i lavori in piazza del Crocifisso, con la rimozione degli arredi e la demolizione delle pavimentazioni. In via XXIX settembre sarà eseguito il recupero delle pavimentazioni esistenti e verranno istallate nuove panchine per potenziare le aree di sosta e recuperate le esistenti. Sarà infine eseguito il rifacimento della balaustra in calcestruzzo armato. Più indietro i lavori all’ex Dreher, dove il rinvenimento di una antica calchera ha richiesto un adeguamento del progetto, ma il percorso è ripreso. Per quanto riguarda l’ex Iacp di via Marchetti, dove il soggetto attuatore è l’Erap, sono già state espletate le gare ed a breve partiranno i lavori, che saranno scaglionati nel tempo. Si tratta della riqualificazione di 22 palazzine, per un totale di 122 appartamenti. Sempre Erap gestisce poi il restyling a Borgo Pio – in questo caso, si tratta di un cantiere legato al Bando AUD (Aree urbane degradate) –, dove è già stato demolito l’ex centro H. «Tutti questi cantieri – osserva l’assessore ai Lavori pubblici Paolo Manarini – sono il risultato di quell’idea di città maturata dal Piano strategico: sono tutti collegati tra loro e fanno parte di una visione complessiva che ci ha permesso di captare i finanziamenti necessari attraverso una serie di interventi amministrativi».

(m.m)

Parcheggio e autostazione: al via i lavori all’ex Verrocchio «Recuperiamo un altro catafalco»

Nuova vita per gli Archi, Mancinelli: «Continuiamo con i lavori, il Covid non può imprigionarci»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X