facebook rss

Truffa internazionale, Liste civiche:
«Siamo garantisti ma serve
un fascio di luce sulle Partecipate»

OSIMO - I movimenti civici di minoranza rivolgono al Pd invitandolo a riferire sul fatto di cronaca, oggetto di indagini, che vede vittima di un raggiro Astea Energia. «Deve avere la forza di chiarire tutto»
Print Friendly, PDF & Email

La sede osimana di Astea spa in via Guazzatore che accoglie anche gli uffici di Astea Energia

 

 

«Premesso che siamo garantisti sempre, ma un fascio di luce sulle società partecipate dal Comune Astea s.p.a. va gettato ora sempre di più. L’Astea Energia s.p.a. di cui è presidente un ex assessore del Comune ci dice che è stata truffata. Come? Perchè? Era necessario acquistare l’energia in quel modo? Era un modo per guadagnarci di più? Il direttore commerciale o generale di Astea Energia s.p.a. perchè è stato sbattuto in prima pagina se non ha commesso nulla? Perchè non spiega lui o qualche altro se è vero dell’acquisto della società ungherese?» Una lunga serie di domande formulate in un post su Facebook da un altro gruppo politico di Osimo, quello delle Liste civiche, e rivolte agli amministratori delle città e al Partito Democratico che sostiene la maggioranza.  Caduto nel raggiro internazione di un broker fantasma, che ha intascato 600mila euro per fare da intermediario nell’acquisto di una società di settore in Ungheria, il direttore commerciale di Astea Energia la scorsa settimana ha formalizzato una denuncia nella caserma dei carabinieri. Sono partite le indagini coordinate dalla Procura ed è decollato il dibattito politico.

«Il Comune e Astea Energia s.p.a. dovrebbero dire quali erano tutti gli accordi con Sgr Rimini (l’azionista di maggioranza di Astea Energia, quello di minoranza è Astea spa, ndr) al momento della vendita di quasi l’80% di Astea Energia s.p.a. – prosegue la nota dei movimenti civici di minoranza – Le Liste civiche sono garantiste ma se quello che sta succedendo in Astea Energia s.p.a. fosse successo quando amministravamo noi la città, le forche scandalistiche del Pd e compagni sarebbe state tante, e saremmo stati messi alla gogna mediatica. Ricordate il processo politico in consiglio comunale nel settembre 2014 con mille accuse contro i vertici di Astea Energia s.p.a. di allora e zero zero zero prove? Ricordate le accuse mosse all’amministratore di Astea Energia s.p.a. per un viaggio che si era da solo pagato in Brasile nel 2012? Fuffa, eppure scandalo e calunnia. Ora lo stesso Pd deve avere la stessa forza di chiarire tutto come allora chiedeva».

Truffa da 600mila euro all’Astea Energia: una perizia forense su pc e cellulare

Truffa internazionale, Difendi Osimo: «Perchè il Pd e il sindaco non chiariscono?»

Truffa internazionale, il presidente del Cda di Astea Energia: «Quasi certo il recupero dei soldi»

Astea Energia, l’Interpol indaga su un’acquisizione fantasma Spariti 600mila euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X